Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

I benefici delle insalate durante l'estate

Uno dei contorni più semplici da preparare diventa fonte non solo di benessere fisico, ma anche mentale.

3 di 5
I benefici delle insalate durante l'estate iStock

Nel momento in cui si deve decidere cosa cucinare di contorno ad un piatto principale a base di carne o pesce, la scelta, spesso e volentieri, ricade proprio sull’insalata. Questo contorno, semplice e veloce da preparare, ha la capacità di dare un senso di sazietà al nostro organismo già dopo pochi morsi. Inoltre, essendo un alimento leggero e facilmente digeribile, l’insalata diventa una delle principali scelte per le pause pranzo da fare in ufficio, soprattutto durante i periodi caldi con la varietà di insalate estive che potremmo cucinare. Per non parlare della varietà dei condimenti: a partire dai classici pomodorini e tonno, fino ad arrivare ai condimenti più particolari ed intensi (come, ad esempio, pomodori sott’olio, brie e olio tartufato).

Ad alcuni l’insalata piacerà solamente condita con un poco di olio extra vergine di oliva e sale, mentre altri andranno alla ricerca di particolari spezie da accostare alla lattuga o all’insalata riccia, come bacche di ginepro, sale rosa dell’Himalaya o menta e alloro.

Tralasciando però per un momento i gusti di ciascuno di noi, sappiate che la lattuga, in particolare, ha moltissimi benefici: uno di questi è rappresentato dal fatto che è un alimento ricco di ferro, e quindi tende a combattere l’anemia; inoltre, sempre l’insalata, può prevenire le malattie cardiache: il Beta-Carotene, contenuto all’interno della lattuga, aiuta a ridurre il rischio che insorgano malattie cardiache, ictus e anche cataratta. Ma, il più noto beneficio che viene attribuito all’insalata è il fatto che questa sia un prodotto ricco di fibre e a bassissimo contenuto di grassi e carboidrati. Ciò fa sì che l’insalata, nello scenario di uso comune, sia sinonimo di benessere fisico, di linea e di dieta. Ad esempio, con l’arrivo della bella stagione, si possono preparare diversi tipi di insalate estive, utili anche a perdere qualche chilo per la tanto famigerata prova costume.

Con l’insorgere dei primi caldi, il nostro organismo sente infatti la necessità di assumere cibi freschi e, allo stesso tempo, rinfrescanti. Si beve molta più acqua, si ritorna a fare attività fisica all’aperto in compagnia di amici o dei propri animali domestici, si organizzano picnic, la sera si esce molto più volentieri e ci si veste con qualche strato in meno di vestiti.

Tra le tante cose, vi sono abitudini che mutano con il passaggio dall’inverno alla primavera e all’estate: una di queste è in assoluto l’alimentazione. Nei periodi freddi ed invernali, generalmente, si tendeva a cucinare pasti caldi, come zuppe, verdure cotte, piatti di carne o pesce al forno accompagnati da verdure tipiche di quella determinata stagione; invece, con l’avvicinarsi del caldo e del bel tempo, si ha più voglia di riscoprire i sapori tipici dell’estate.

A fare la differenza, oltre alla diversa varietà di frutta, è soprattutto la verdura: infatti, si ha sicuramente più voglia di consumare un piatto freddo, piuttosto che uno caldo. I colori di frutta e verdura cambiano completamente con il passare dalla stagione e si iniziano a preparare tantissime varietà di insalate. Inoltre, un altro grande beneficio dell’insalata è il fatto di essere un toccasana per lo stress. Se siete reduci da una giornata stressante in ufficio o a lavoro, mangiare l’insalata di sera vi aiuta grazie alla presenza di magnesio e della vitamina B6 che contiene all’interno. La lattuga, in particolar modo, è un toccasana per il mal di testa: infatti, vi rilasserà a tal punto da indurvi un sonno tranquillo privo di preoccupazioni e stress mentale.

Come si suol dire: mens sana in corpore sano e l’insalata agisce sulla nostra mente proprio in questo senso. Mangiar bene, vuol dire volersi bene e, dare al corpo delle sostanze che lo possano aiutare ad affrontare stress mentali e fisici, fa sì che quest’ultimo ci ripaghi. L’insalata aiuta anche ad evitare che ci sia ritenzione idrica nel nostro organismo (dunque ha un’azione depurativa) ed ha inoltre il beneficio di idratare la pelle, dal momento che è ricca di acqua e fibre. La preparazione talmente semplice dell’insalata fa sì che tutti siano in grado di prepararla e, di conseguenza, di mangiarla e beneficiare di tutte le sue proprietà. L’esempio più classico di insalata è quella con pomodorini, tonno e scaglie di parmigiano, ma, con l’arrivo della bella stagione, si può variare la nostra dieta con innumerevoli tipi di condimento.

I formaggi si accostano benissimo al sapore della lattuga e dell’insalata riccia: ad esempio, si può realizzare una insalata dai sapori greci e, quindi, a base di feta e cetriolo. Inoltre, si può anche realizzare una sfiziosa insalata di pollo a base di provola o scamorza affumicata, pesto genovese (al posto del classico olio extra vergine di oliva) e tocchetti di pollo. Se si preferiscono alimenti dal sapore più deciso, l’insalata può essere arricchita con pomodorini piccanti ripieni di tonno, capperi, alici e melanzane sott’olio, e il tutto accompagnato da scaglie di grana e olio tartufato. Da quel che si può osservare, esistono davvero molteplici varianti di insalate estive, ma la cosa che più ci alletta è che ognuno può decidere come realizzare un’insalata (che sia anche dietetica) a seconda dei propri gusti.

Pubblicato il: 19-04-2018
Di:
FONTE : redazione

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.