Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Eccome come curare il colesterolo LDL

Una puntura per eliminare il colesterolo cattivo

Si tratta di una sorta di vaccino, da fare una sola volta nella vita, che promette di rimuovere il colesterolo LDL che circola nel sangue

3.5 di 5
Una puntura per eliminare il colesterolo cattivo iStock

Il colesterolo è un grasso presente nel sangue, fondamentale per assolvere diverse funzioni; in larga misura viene prodotto dall’organismo e in minima parte introdotto con la dieta. Svolge diverse funzioni utili per la salute dell’organismo: contribuisce alla produzione di vitamina D; è coinvolto nel processo di digestione, grazie alla formazione della bile; favorisce la costruzione della parete delle cellule, in particolare del sistema nervoso; infine è il precursore di ormoni come il testosterone e gli estrogeni. Esistono due tipi di colesterolo: c’è il colesterolo HDL, definito ‘buono’ perché non provoca alcun danno alle arterie; e il colesterolo LDL, cosidetto ‘cattivo’, che si deposita sulle pareti delle arterie contribuendo allo sviluppo dell’aterosclerosi, condizione spesso associata a malattie cardiovascolari come infarto ed ictus.

Il colesterolo, soprattutto se si tratta di quello LDL, è un valore da tenere sempre al di sotto di determinati limiti, grazie ad una corretta alimentazione e, in certi casi, con l’ausilio di un’adeguata terapia farmacologica. Un team di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli ha però sperimentato una via genetica estremamente innovativa che potrebbe debellare il colesterolo cattivo con una sola puntura, da fare una volta nella vita. I primi esperimenti sono stati effettuati sui alcuni topi di laboratorio e i risultati hanno dato esiti incoraggianti, cosicché gli scienziati sono pronti ad avviare la sperimentazione sugli esseri umani entro i prossimi 5 anni.

Si tratta di una sorta di vaccino a cui i ricercatori sono pervenuti utilizzando un virus comune, reso innocuo e sfruttato come ‘navicella’ in grado di trasportare un gene chimerico, appositamente realizzato in laboratorio, che permette la produzione di una proteina capace di rimuovere il colesterolo LDL che circola nel sangue. Il virus inoffensivo così ottenuto verrà iniettato per via intramuscolare, al fine di sfruttare il muscolo come una sorta di bioreattore; in tal modo sarà possibile produrre grandi quantità della proteina terapeutica, che sarà poi in grado di entrare in circolo per catturare il colesterolo e portarlo nelle cellule per lo smaltimento. Ma l’aspetto più interessante della ricerca è l’effetto prolungato nel tempo: il virus, infatti, rimane invisibile al sistema immunitario e può quindi continuare ad agire indisturbato.

Pubblicato il: 10-04-2018
Di:
FONTE : Università Federico II

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.