Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute I rischi per la salute sul posto di lavoro

Troppo stress dal mancato riconoscimento del proprio lavoro

Un grande impegno lavorativo non corrisposto da un adeguato riconoscimento sarebbe un abbinamento molto pericoloso per la salute psicofisica, più ancora della pressione e della tensione derivanti dal troppo lavoro e dall'occupare mansioni di grande responsabilità

4.5 di 5
Troppo stress dal mancato riconoscimento del proprio lavoro Thinkstockphotos

Indubbiamente esistono molte fonti di stress nella vita di ciascuno di noi e, dato che passiamo larga parte della nostra giornata sul posto di lavoro, dall’ambiente lavorativo provengono ansie e tensioni in grandi quantità. In particolare, secondo un team di ricercatori olandesi dell’Università di tecnologia di Eindhoven, sarebbe anzitutto il mancato apprezzamento professionale da parte di colleghi e superiori la principale fonte di stress cronico tra i lavoratori: un grande impegno non corrisposto da un adeguato riconoscimento sarebbe un abbinamento molto pericoloso per la salute psicofisica, più ancora della pressione e della tensione derivanti dal troppo lavoro e dall’occupare mansioni di grande responsabilità.

Leander van der Meij, coordinatore della ricerca pubblicata su Psychoneuroendocrinology, ha studiato la relazione tra indicatori fisiologici dello stress, come l’ormone cortisolo, e indicatori psicologici, come la percezione dello stress da parte dei soggetti; al fine di predire la salute dei dipendenti e le loro prestazioni lavorative. 

Il cortisolo, ormone dello stress, viene rilasciato dall’organismo in situazioni di emergenza per scatenare la cosidetta risposta ‘combatti o fuggi’ (fight-or-flight response) che in certe situazioni è di grande aiuto. Le cose però cambiano con la cronicità, cioè quando i livelli di cortisolo si mantengono elevati a lungo. Il team ha confrontato i livelli di cortisolo di 91 persone impegnate in una tipica settimana lavorativa con quelli di 81 persone alle prese con un maggior carico di lavoro, che stavano frequentando anche un corso di crescita professionale. In concomitanza a ciò hanno anche misurato il livello di stress riportato dai lavoratori.  

Ebbene, il team ha scoperto che lo sforzo impiegato in un lavoro rispetto alla ricompensa ottenuta in termini di riconoscimenti sembra essere il principale fattore determinante dello stress sul posto di lavoro, ma solo tra le persone che hanno carichi di lavoro particolarmente elevati e lunghe ore: in altre parole, quando si ama il proprio lavoro e si vuole lavoro fare bene ma, di contro, non si riceveve alcuna promozione o aumento salariale, l’organismo tende a produrre a lungo elevate quantità di corsisolo, ponendosi così in una condizione di stress cronico.

Pubblicato il: 08-02-2018
Di:
FONTE : Psychoneuroendocrinology

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.