Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute È bene non 'smanettare' più di due ore al giorno

Usare troppo lo smartphone rende i giovani infelici

Secondo uno studio americano l'impiego di smartphone e tablet non rende i giovani più felici; anzi, dopo una certa quantità di tempo dedicata ai device il benessere psicologico tende a risentirne

4.25 di 5
Usare troppo lo smartphone rende i giovani infelici Thinkstockphotos

Dalle americane università di San Diego e della Georgia giunge uno studio che ha analizzato quali relazioni intercorrano tra adolescenti, benessere psicologico e screen-time, ossia il tempo trascorso davanti a schermi digitali, chattando, giocando oppure navigando in internet. Ciò che è emerso, come è facile immaginare, è che l’uso di smartphone e tablet non rende affatto i giovani più felici; anzi, dopo una certa quantità di tempo dedicata ai device il benessere psicologico tende a risentirne.

La ricerca, pubblicata su Emotion, è stata effettuata da un team di psicologi che ha impiegato i dati del Monitoring the Future (MtF): un sondaggio americano, in corso da decenni, che analizza abitudini e valori di oltre un milione di studenti tra i 14 e 18  anni, sottoponendo ai ragazzi domande sul tempo trascorso con cellulari, tablet e computer, sulla qualità e quantità delle loro interazioni sociali nel mondo reale, nonché sulla loro felicità in generale.

Dallo studio è emerso che la soddisfazione per la vita, l'autostima e dunque la felicità sono crollati tra i giovani dopo il 2012, l’anno in cui la percentuale di americani in possesso di  uno smartphone ha superato il 50%, un caso? Secondo i ricercatori, no: il più grande cambiamento nella vita dei ragazzi, tra il 2012 e il 2016, è stato infatti l'aumento della quantità di tempo trascorso sui dispositivi digitali, da cui sarebbero conseguiti il declino delle attività sociali e del sonno. L'avvento dello smartphone sarebbe dunque la spiegazione più plausibile dell’improvviso declino del benessere psicologico negli adolescenti.

La soluzione, secondo gli studiosi, non sta però nell’astinenza da device. In effetti, è solo dopo un utilizzo continuativo di questi apparecchi per oltre un’ora che l'infelicità cresce, e lo fa parallelamente all'aumentare dello screen-time. Pertanto il comportamento ideale pare essere un impiego consapevole e moderato di smartphone e tablet: puntare a non passare più di due ore al giorno sui media digitali e cercare di aumentare il tempo trascorso incontrando amici e facendo esercizio fisico, due attività indubbiamente collegate a una maggiore felicità.

Pubblicato il: 30-01-2018
Di:
FONTE : Emotion

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.