Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Non sarebbe solo la leptina a controllare il peso corporeo

L'organismo ha una bilancia interna capace di pesarci

Secondo una recente ricerca potrebbe trovarsi nelle ossa, in particolare quelle dei piedi, che reagendo alla massa di cui sono gravate inviano una misura del peso corporeo al cervello

4 di 5
L'organismo ha una bilancia interna capace di pesarci Thinkstockphotos

In questi giorni di feste saranno stati in molti ad aver esagerato un po’ col cibo e, con l’avvento del nuovo anno, si vedranno costretti a fare ricorso all’odiata bilancia elettronica che è ormai presente nella stanza da bagno di ogni casa. Stando a quanto scoperto da una recente ricerca, però, il nostro cervello possiederebbe già i propri strumenti atti a pesarci: una sorta di ‘bilancia interna’ che tuttavia, essendo inconscia, viene da noi ignorata quando si tratta di regolare la nostra alimentazione. 

Lo studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences ed effettuato da un team di ricercatori della svedese Sahlgrenska Akademin dell’università di Goteborg, è giunto a questa conclusione effettuando un esperimento su alcuni topi da laboratorio. A un gruppo di roditori sono state impiantate sotto la pella di schiena e addome alcune capsule contenenti al loro interno una massa pari al 15% del peso del topolino, a un secondo gruppo di controllo le capsule impiantate erano invece vuote. L’intento degli scienziati era chiaramente quello di simulare una sorta di ingrassamento degli animali, con lo scopo di verificare come il loro cervello avrebbe reagito. 

Quello che la scienza sa è che il mantenimento del peso corporeo è legato alla leptina - un ormone che riduce l'appetito e aumenta il consumo energetico - che viene rilasciata nel sangue in proporzione al grasso accumulato. I roditori zavorrati, però, non avevano grasso in eccesso e i loro livelli di leptina restavano pertanto normali. Eppure, quelli con le capsule pesanti mangiavano meno degli altri fino a perdere, nell'arco di due settimane, tanto peso quanto era quello aggiunto dalla zavorra; come se, appunto, il loro corpo avesse una bilancia interna e si regolasse con essa. Il punto è allora stabilire dove tale bilancia sia situata. Secondo i ricercatori essa potrebbe trovarsi nelle ossa, in particolare in quelle dei piedi, che reagendo alla massa di cui sono gravate inviano una misura del peso corporeo al cervello

Si tratta di una scoperta importante perché potrebbe spiegare il motivo per cui restando molto tempo seduti aumenti il rischio di obesità e malattie correlate: sedere scarica le ossa dei piedi e restandoci a lungo si inganna il nostro cervello sul nostro reale peso, impedendo l'innesco dei meccanismi automatici di riduzione dell'appetito e di aumento del metabolismo che ci farebbero dimagrire.

Pubblicato il: 03-01-2018
Di:
FONTE : Proceedings of the National Academy of Sciences

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.