Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute La diffusione è superiore del 14% rispetto alla media

Norovirus: il virus che sta mettendo in ginocchio l'Europa

Si tratta di un agente patogeno resistente alle basse temperature che, qualora contratto, può causare nausea, vomito, crampi e problemi intestinali di vario tipo, quali diarrea e gastroenterite acuta

3.75 di 5
Norovirus: il virus che sta mettendo in ginocchio l'Europa Thinkstockphotos

Si chiama Norovirus ed è un agente patogeno che si sta diffondendo in tutta Europa: fortemente contagiosa, l’epidemia ha registrato negli ultimi mesi un deciso incremento su scala continentale. Si tratta di un virus molto resistente alle basse temperature che, qualora contratto, può causare nausea, vomito, crampi e problemi intestinali di vario tipo, quali diarrea e gastroenterite acuta. È estremamente contagioso e si diffonde facilmente in ambienti in cui le persone si trovano piuttosto vicine, come i luoghi di lavoro e i centri commerciali affollati.

Pur trattandosi di un virus comune durante il periodo invernale, quest’anno si sono già registrati una quantità di casi di infezione da Norovirus superiore del 14% rispetto alla media del periodo. Il dato ha messo in allarme i funzionari delle istituzioni sanitarie britanniche, tanto che il National Health Service, dopo aver lanciato una vera e propria allerta nel territorio britannico, ha pubblicato un vademecum di accorgimenti da mettere in atto al fine di non essere contagiati dal virus e di combatterlo al meglio.

Quello che sappiamo è che oltre alla trasmissione oro-fecale, si può contrarre il Norovirus anche tramite il cibo, che può essere infetto sin dall’origine; un esempio sono i frutti di mare e le verdure fresche, che possono essere stati contaminati da acqua contenente il virus. In caso di contrazione del virus è fondamentale contattare subito il medico e bere molto, al fine di evitare la disidratazione dovuta al vomito e alla diarrea. Dunque, per evitare il contagio, è buona norma prestare molta attenzione ai cibi freschi: non solo le insalate e il pesce, ma anche i prodotti da panetteria, che sono indicati come maggiormente a rischio, soprattutto se non si rispettano le norme igieniche. Normalmente i sintomi del Norovirus si manifestano nelle 24-48 ore successive all'incubazione e spariscono nel giro di qualche giorno senza particolari conseguenze per il nostro organismo. Secondo i dati statistici le fasce di età più esposte a questo aggressivo agente patogeno sono i bambini e gli anziani, le cui difese immunitarie spesso non sono sufficientemente forti da bloccare il contagio.

Pubblicato il: 12-12-2017
Di:
FONTE : National Health Service

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.