Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Zuppe e frullati per perdere peso

Una dieta ipocalorica per sconfiggere il diabete

A seguito del regime dietetico individuato da alcuni ricercatori inglesi, 9 pazienti su 10 avevano perso in media 10 chili e in metà di loro il diabete di tipo 2 recedeva senza il bisogno di terapie farmacologiche

3.97 di 5

Il diabete mellito di tipo 2 è la forma di diabete più frequente, interessa infatti il 90% dei casi, ed è tipico dell’età matura. Si può caratterizzare in due modi diversi: o non viene prodotta una quantità sufficiente di insulina per soddisfare le necessità dell’organismo (deficit di secrezione di insulina), oppure l’insulina prodotta non agisce in maniera soddisfacente (insulino-resistenza). In entrambi i casi il risultato è il conseguente incremento dei livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia). Le cause alla base dell’insorgenza della malattia vanno generalmente ricercate in fattori ereditari ed ambientali, ai quali si affiancano aspetti caratteristici della persona, in particolare l’obesità

Nell'ultimo decennio i casi di diabete sono aumentati esponenzialmente, segno che nel mondo (e anche in Italia) ci si trova di fronte a una vera e propria epidemia. Attualmente non esiste una vera e propria cura contro il diabete di tipo 2, ma alcuni ricercatori dell'Università di Newcastle e dell'Università di Glasgow sembra siano riusciti a individuare una particolare dieta ipocalorica che, durante i trial clinici effettuati, ha portato a una remissione della malattia nel 90% dei pazienti partecipanti allo studio.

La ricerca, denominata The Diabetes Remission Clinical Trial e pubblicata su Lancet, ha preso in esame circa 300 adulti tra i 20 e i 65 anni, tutti affetti da diabete di tipo 2 diagnosticato nei sei anni precedenti. Dopo aver seguito, per 3/5 mesi, la dieta ipocalorica - a base di zuppe e frullati per innescare una massiccia perdita di peso - e, successivamente, avere reintrodotto progressivamente i cibi nella propria alimentazione, 9 pazienti su 10 avevano perso in media 10 chili e in metà di loro il diabete di tipo 2 recedeva senza il bisogno di terapie farmacologiche.

La dieta funziona perché, hanno spiegato i ricercatori, il grasso altera il funzionamento del pancreas e delle cellule che controllano i livelli di zucchero nel sangue: eliminato il grasso, il pancreas torna a funzionare a dovere. La sfida che attende gli scienziati è ora quella di evitare che sul lungo termine i pazienti riprendano tanto peso, continuando a seguirli per quattro anni per capire se la perdita di peso e la remissione della patologia è possibile anche sul lungo termine.

Pubblicato il: 07-12-2017
Di:
FONTE : Lancet

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.