Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Un nuovo cloud seeding eco-compatibile

Razzi per indurre la pioggia e combattere la denutrizione

Si tratta di una tecnica che utilizza batteri ecologici, ossia non pericolosi, dispersi nell'aria per alterare i processi microfisici all'interno delle nuvole e generare in tal modo la pioggia

4 di 5
Razzi per indurre la pioggia e combattere la denutrizione Thinkstockphotos

Stando all’ultimo Rapporto dell’ONU sulla sicurezza alimentare e la nutrizione, la fame nel mondo è di nuovo in aumento - dopo essere stata in costante diminuzione per oltre un decennio: si stima infatti che, all’anno 2016, la denutrizione riguardasse oltre 800 milioni di persone, ossia l’11% della popolazione mondiale. Rispetto all’anno precedente la crescita è stata di quasi 40 milioni di persone, dovuta in parte all’aumento dei conflitti violenti e in parte alle sempre più avverse condizioni climatiche; tra queste ultime, la scarsità di piogge  in molte aree del globo è una delle cause principali. 

Per cercare di fare fronte a questo problema, un gruppo di studenti della facoltà di ingegneria di IPSA-Institut polytechnique des sciences avancées e dell’università Sup'Biotech ha ideato un sistema per ‘inseminare’ le nuvole e provocare pioggie mirate. Si tratta di una un’innovativa soluzione di cloud seeding che utilizza batteri ecologici, ossia non pericolosi, dispersi nell’aria per alterare i processi microfisici all’interno delle nuvole e generare in tal modo la pioggia.

Il progetto - denominato HighDr’O - è il primo, tra quelli impiegati per forzare la pioggia, eco-compatibile: infatti, utilizzando batteri non nocivi evita danni all’ambiente circostante e agli ecosistemi; ciò a differenza delle tecniche già utilizzate, ad esempio in Cina, che impiegano lo ioduro d’argento. Attraverso l’utilizzo di un razzo, che trasporta la sostanza batterica fino a 2mila metri di altezza, il progetto ha l’obiettivo di indurre la pioggia in aree dove le precipitazioni sono scarse, contribuendo così a combattere la denutrizione e la fame causate dalla carenza di acqua.

HighDr’O è ancora in fase di elaborazione, con con analisi di laboratorio continuative per individuare i batteri più idonei, ma ha già visto il lancio con successo di diversi razzi ed è stato presentato al Global Positive Forum di Parigi, sotto il patrocinio del presidente francese Emmanuel Macron.

Pubblicato il: 29-11-2017
Di:
FONTE : IPSA, Sup'Biotech

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.