Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Miles for Haemophilia - your personal best

Per il terzo anno la campagna si propone di dare voce ai pazienti emofialici, concentrandosi quest'anno, sulle loro vittorie sportive, nonostante la malattia

3.5 di 5
Miles for Haemophilia - your personal best Thinkstockphotos

Essere ammalati di emofilia significa che il proprio sangue coaugula con difficoltà: anche in caso di una piccola ferita vi è il rischio che a causa della mancata coagulazione, si possa incorrere in un’emorragia.

L'emofilia è una malattia ereditaria che proprio per le sue modailità di trasmissione, affligge solo il sesso maschile, le donne sono portatrici sane, ma possono trasmettere la malattia alla prole.

Nonostante la gravità della malattia, chi ne è affetto, superata l’infanzia, la fase più complessa per questi pazienti, vista la facilità durante l’età pediatrica di tagliarsi e ferirsi, riescono a vivere una vita normale.

La campagna Miles for Haemophilia - your personal best, con il patrocinio delle Associazioni Pazienti FedEmo (Federazione delle Associazioni Emofilici) e Fondazione Paracelso, nonché con l’appoggio di Pfizer pone al centro i pazienti emofilici e le loro storie di successo nell’attività sportiva al fine di  valorizzarne il coraggio, la determinazione e la passione con cui sono riusciti a superare i limiti e gli ostacoli, comunque imposti dalla loro condizione.

Sostenitore d’eccezione di questa campagna è il campione di ciclismo inglese Alex Dowsett, che nonostante sia un paziente emofiliaco è riuscito a raggiungere degli ottimi traguardi in campo sportivo.

Sul sito della campagna, in ogni caso, è possibile leggere le storie di tante persone comuni con emofilia che sono riuscite a realizzarsi con e tramite lo sport, nonostante la loro malattia.

Proprio queste persone sono un esempio per tutti e una valida testimonianza, di come l’impegno, la passione e la dedizione possano permettere a tutti, anche a chi è afflitto da malattie rare come l’emofilia, di svolgere una vita tutto sommato normale.

Tutta la campagna può essere seguita sulla pagina facebook infoemofilia. 

Pubblicato il: 16-11-2017
Di:
FONTE : Redazione- Comunicato stampa

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.