Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute L'improvvisazione musicale come terapia

Aiutare i bambini autistici con la musica

Grazie alla musicoterapia aumenta la motivazione sociale; mentre diminuiscono i manierismi autistici, nonché i movimenti stereotipati e ripetitivi

4 di 5
Aiutare i bambini autistici con la musica Thinkstockphotos

I Disturbi dello Spettro Autistico sono un insieme relativamente eterogeneo di disturbi dell’età evolutiva, caratterizzati da una compromissione delle capacità comunicative e da difficoltà di interazione sociale. I bambini con autismo hanno problemi ad elaborare correttamente le informazioni provenienti dal mondo esterno; per questo motivo possono avere difficoltà di apprendimento in grado di compromettere il loro sviluppo emotivo e intellettivo. Dunque l’autismo non è classificato come una malattia, ma è un insieme di disturbi che provoca isolamento affettivo e incapacità a rapportarsi con gli altri. I bambini con autismo, inoltre, hanno spesso una percezione sensoriale modificata e difficoltà di linguaggio. Ad ogni modo, l'autismo si presenta in maniera diversa da soggetto a soggetto e può essere molto difficile diagnosticarlo correttamente.

Non trattandosi propriamente di una malattia, non esiste una cura per l’autismo, ma la musica ha il potere di aprire la strada a nuove forme di comunicazione nei bambini che ne soffrono: un recente progetto internazionale, pubblicato sul Journal of the American Medical Association, ha indagato proprio la relazione tra musica e linguaggio nei pazienti pediatrici affetti da autismo; in particolare gli effetti dell’improvvisazione musicale su su 364 bambini autistici di 4-7 anni di 9 Paesi del mondo, tra cui l’Italia.

La musicoterapia usa la musica per costruire una melodia con chi ha difficoltà di comunicazione, bambini ma anche adulti, autistici ma anche soggetti affetti da altre malattie: è un dialogo, improvvisato, fatto di note musicali; non è una lezione è non c'è nulla di precostituito. Ebbene, nei bambini che hanno partecipato al progetto, affermano i ricercatori, è aumentata la motivazione sociale; mentre sono diminuiti i manierismi autistici, nonché i movimenti stereotipati e ripetitivi. È migliorata anche la regolazione emotiva che è una premessa per lo sviluppo delle abilità di interazione sociale. Da sottolinerare che l’effetto è stato più evidente proprio nei casi in cui è stato possibile improvvisare insieme al musicoterapeuta brevi brani musicali, il che è indice di una migliore sintonizzazione affettiva.

Pubblicato il: 15-11-2017
Di:
FONTE : Journal of the American Medical Association

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.