Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute L'origine andrebbe ricercata nel sangue

Sindrome da Stanchezza Cronica, un nuovo studio

Nei soggetti che ne sono affetti, i globuli bianchi non risultano in grado di produrre un quantitativo di energia sufficiente per l'organismo: arrivano al massimo al 50% rispetto alle cellule di un individuo sano

4 di 5
Sindrome da Stanchezza Cronica, un nuovo studio Thinkstockphotos

La Sindrome da Stanchezza Cronica (o Chronic Fatigue Syndrome - CFS) è una condizione debilitante, caratterizzata da affaticamento costante e da una sintomatologia facilmente confondibile con stress, sindromi ansiose o ipocondria. Si tratta, pertanto, di un disturbo subdolo, la cui diagnosi è indubbiamente complessa e necessita del consulto di uno specialista.
La causa della Sindrome da Stanchezza Cronica è sconosciuta, anche se negli ultimi anni state fatte molte ipotesi circa la natura dell’insorgenza di questa malattia: secondo alcuni si tratterebbe di una reazione ad un’infezione virale, secondo altri di un problema di carattere psicologico. Una nuova teoria giunge ora da un recente studio di un team di scienziati dell'Università di Newcastle, secondo il quale l’origine della malattia andrebbe ricercata nei globuli bianchi che - stando alla ricerca, pubblicata su Plos One - vanno incontro una sorta di ‘prosciugamento’ a livello energetico.
Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno hanno preso in esame oltre cinquanta volontari affetti da Sindrome da Stanchezza Cronica, apparentemente senza nessuna causa fisiologica: a ciascuno di questi è stato effettuato un prelievo del sangue, il quale è stato poi esaminato per verificare il livello di respirazione cellulare  - un processo che genera gran parte dell’energia dell’organismo. Per poter fare un confronto, l’esame è stato eseguita anche su un gruppo di controllo, composto da una trentina di soggetti sani. Ebbene, è emerso che i globuli bianchi delle persone con Sindrome da Stanchezza Cronica risultavano non in grado di produrre sufficiente quantità di energia: riuscivano ad arrivare al massimo al 50% rispetto alle cellule di un individuo sano.
Gli studiosi hanno dunque individuato elementi concreti in grado di indirizzare verso una base biologica di questa patologia, che per molte persone rappresenta una difficoltà a completare anche semplici attività quotidiane e che ne obbliga tante a letto per tempi prolungati.

Pubblicato il: 13-11-2017
Di:
FONTE : Plos One

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.