Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Il peso dei fattori ambientali è solo del 17%

L'origine dell'autismo va ricercata nel DNA

Secondo la ricerca americana, nei disturbi dello spettro autistico il peso dell'ereditarietà è addirittura dell'83%

4 di 5
L'origine dell'autismo va ricercata nel DNA dna

Secondo un recente studio di un team di ricercatori della Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York, coordinati dall’epidemiologo Sven Sandin, l’autismo dipenderebbe in larga misura da fattori genetici e solo in minima parte dall’esposizione a cause esterne (ad esempio gli inquinanti ambientali). Pubblicata sulla rivista scientifica JAMA, la ricerca statunitense afferma, dunque, che l’autismo è un disturbo a carattere prevalentemente ereditario e aggiunge anche una percentuale precisa, ossia l’83%: secondo i ricercatori, infatti, questo è il peso che il DNA ha su questo disturbo dello sviluppo neurologico.
Per giungere a questa conclusione il team diretto da Sandin ha condotto uno studio su un campione vastissimo di individui, circa 3 milioni, composto da coppie di fratelli, gemelli e non; in modo tale da poter effettuare verifiche incrociate, conoscendo il valore del patrimonio genetico condiviso. Le coppie erano così ripartite: 37.570 gemelli, 432.281 fratelli figli della stessa madre, 445.531 fratelli figli dello stesso padre e 2.642.064 fratelli non gemelli. Nel complesso sono stati diagnosticati in tutto circa 14.500 casi di autismo, nella maggioranza dei casi maschi.
L’autismo rappresenta una delle sindromi più complesse e, nelle forme più gravi, difficilmente gestibili che possono emergere durante l’età evolutiva. I bambini e le bambine con autismo presentano importanti difficoltà nell’interazione, nella comunicazione e nelle attività ludiche che risultano per lo più di tipo ripetitivo, con isolamento rispetto ai gruppo dei coetanei. Il linguaggio verbale, quando presente, risulta spesso non adeguato al contesto.  Altre caratteristiche dell’autismo sono: difficoltà ad esternare i propri sentimenti e a interpretare i sentimenti altrui, diversa sensibilità agli stimoli ambientali (come una ipo o iper sensibilità ai rumori e agli stimoli sensitivi tattili o gustativi) e deficit dell’immaginazione.
Se già si sapeva che l’autismo possiede un legame con fattori genetici ereditari - tanto che in  famiglie con un primo figlio autistico la probabilità che lo sia anche un secondogenito aumenta del 18% - alcuni studi precedenti avevano concluso che vi fosse lo stesso ruolo di geni e ambiente nello sviluppo della malattia. Quest’ultima ricerca evidenzia invece che il legame genetico è fondamentale; mentre conta poco, solo per un 17%, l'influenza ambientale.

Pubblicato il: 09-10-2017
Di:
FONTE : JAMA

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.