Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Legge ogni codice chimico nel DNA 30 mila volte

Un test per individuare tumori prima che compaiono i sintomi

Dai test effettuati, il nuovo metodo si è rivelato efficace contro diversi tipi di cancro: del colon-retto, del polmone, del seno e dell'ovaio

4.25 di 5
Un test per individuare tumori prima che compaiono i sintomi Thinkstockphotos

E’ stato realizzato da un team di ricercatori dello statunitense Johns Hopkins Kimmel Cancer Center, impiegando come campioni 200 parti di sangue e tessuti: si tratta di un innovativo esame del sangue in grado di rivelare precocemente l’eventuale presenza di tumore, quando cioè questo è ancora in fase di sviluppo

Dai test effettuati, il nuovo metodo si è rivelato efficace contro diversi tipi di cancro: del colon-retto, del polmone, del seno e dell’ovaio. E’ un esame definito ‘di sequenziamento ad alta precisione’ che si basa sull’individuazione, nel sangue, di parti di DNA cancerogeno; cosa che, prima d’ora, risultava difficile perché con altri esami c’è il rischio di scambiare DNA alterati, ma non cancerogeni, per biomarcatori del tumore. 

Attualmente i test del sangue per verificare la presenza di cancro sono ancora in via di sviluppo, con tutti gli errori che ciò comporta. Gli scienziati americani hanno pertanto cercato nuovi modi per individuare il DNA alterato, soprattutto nelle persone apparentemente sane, e non soltanto in quelle che hanno già ricevuto una diagnosi di cancro: la sfida è stata quella di sviluppare un esame del sangue in grado di prevedere la probabile presenza di un tumore, senza conoscere le mutazioni genetiche presenti in esso; riducendo al contempo i rischi di falsi positivi. 

I test eseguiti in laboratorio si sono concentrati sulle mutazioni all’interno di 58 geni notoriamente legati a diversi tipi di cancro. Dai risultati è emerso che è possibile rilevare il 62% dei tumori di stadio I e di stadio II; in particolare, in 42 soggetti affetti da tumore del colon-retto il test ha predetto correttamente il cancro in metà degli otto pazienti con malattia di stadio I e in otto su nove di quelli con malattia di stadio II. Per quanto concerne i tumori allo stadio III la capacità di rilevazione sale al 90%. Infine, per quelli allo stadio IV, il test giunge a una precisione del 93%

Il test, i cui risultati sono stati pubblicati su Science Translational Medicine, utilizza un tipo di sequenza genomica che i ricercatori chiamano ‘sequenziamento mirato di correzione degli errori’: un metodo basato su un sequenziamento profondo, che legge ogni codice chimico nel DNA ben 30 mila volte. Sebbene i primi risultati siano stati promettenti, questo esame del sangue per la diagnosi precoce del cancro dovrà essere convalidato da studi che coinvolgano un numero molto più grande di volontari.

Pubblicato il: 28-08-2017
Di:
FONTE : Science Translational Medicine

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.