Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Merito di un'area del cervello associata a dolore e empatia

Mano nella mano per sincronizzare i cuori e lenire il dolore

Secondo uno studio comparso su Scientific Reports, il contatto tra le persone che si amano induce il loro battito cardiaco e la loro respirazione a coordinarsi: in questo modo si riducono eventuali dolori fisici. Ecco perché, per esempio, una donna che sta partorendo cerca la mano del partner

3.5 di 5
Mano nella mano per sincronizzare i cuori e lenire il dolore Thinkstock

Da tempo il mondo scientifico ha appurato che, inconsciamente, due persone vicine tendono a sincronizzare i propri passi mentre camminano o ad imitare la postura del corpo mentre si parlano. Ora, secondo un recente studio di un team di ricercatori della University of Colorado, sembra addirittura che per due persone che si amano, tenersi per mano non significhi solamente entrare in contatto, ma anche sincronizzare il battito cardiaco e la respirazione e, in tal modo, ridurre eventuali dolori fisici.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Scientific Reports, è stato condotta dal dottor Pavel Goldstein, il quale spiega che l’idea gli è venuta il giorno in cui si trovava in sala travaglio, mentre la moglie stava partorendo: rendendosi conto che la donna soffriva molto, gli venne naturale stringerle la mano per cercare di confortarla. Questo semplice gesto sembrò ridurre considerevolmente il dolore della moglie. Fu così che Goldstein, sulla base di questa esperienza, decise di effettuare un esperimento: dopo aver reclutato 22 coppie, di età compresa tra i 23 e i 32 anni, le sottopose a vari test. A tutti i partecipanti misurò frequenza cardiaca e respiratoria in varie combinazioni: seduti insieme senza toccarsi, seduti insieme tenendosi per mano, infine seduti in stanze diverse; sottoponendo, al contempo, le donne a un leggero dolore sull’avambraccio, della durata di circa due minuti. Ciò che emerse fu che le coppie risultavano sincronizzate fisiologicamente solo quando erano sedute vicino, ma questa sincronizzazione veniva a mancare quando la donna provava dolore e non le veniva tenuta la mano; al contrario, quando le coppie si tenevano per mano, la respirazione e il battito cardiaco di entrambi risultavano sincronizzati e le donne sentivano meno dolore.

Secondo gli scienziati questa sincronizzazione potrebbe influire su un’area del cervello, la corteccia anteriore cingolata, associata al dolore, all’empatia, nonché alle funzioni respiratore e cardiache. Il prossimo passo sarà misurare l'attività delle onde cerebrali per dare prove scientifiche alla teoria secondo la quale toccarsi allevia il dolore.

Pubblicato il: 28-06-2017
Di:
FONTE : Scientific Reports

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.