Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Con tre tazzine, rischio di fare cilecca ridotto del 42%

Il caffè: un viagra naturale, ma occhio a non abusarne

Ad affermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Plos One ed effettuato da un team di ricercatori della statunitense Texas University: la caffeina, oltre a tenere svegli, sarebbe anche un ottimo alleato contro la disfunzione erettile, aiutando a ridurne i rischi

3.62 di 5
Il caffè: un viagra naturale, ma occhio a non abusarne Thinkstock

Un'indagine su larga scala, che ha coinvolto quasi 4 mila maschi di età superiore ai 20 anni, ai quali è stato chiesto di indicare la quantità di caffè assunta giornalmente, nonché quella di caffenia assimilata tramite altre bevande (cola, bibite energetiche), ha dimostrato che esiste una quantità ideale di caffeina atta a favorire l’erezione: tra gli 85 milligrammi e i 170 milligrammi al giorno, indicativamente fino a tre tazzine di caffè. A rivelarlo è uno studio pubblicato in questi giorni dalla rivista PLOS One, condotta dai ricercatori americani della Texas University. Ciò comporterebbe una riduzione sino a un terzo del rischio di disfunzione erettile, precisamente un 42% in meno. Attenzione però a non esagerare, difatti negli uomini che bevono più di 3 caffè al giorno, la riduzione del rischio di fare flop diminuisce all’aumentare delle tazzine; ad esempio, in chi consuma dai 171 ai 303 milligrammi di caffeina, la percentuale passa dal 42 al 39.

Ma in che modo agisce esattamente questa sostanza naturale? I ricercatori hanno spiegato che la caffeina è un inibitore aspecifico della fosfodiesterasi, che aumenta la concentrazione del Gmp ciclico messaggero del segnale di vasodilatazione e di rilassamento del tessuto erettile; in altre parole può agire esattamente come un viagra naturale, anche se in modo meno esclusivo e selettivo sull'organo.

Il caffè si aggiunge così agli alimenti che favoriscono il benessere sessuale, molti dei quali fanno stabilmente parte della nostra dieta mediterranea, la quale, secondo gli esperti, accresce la quota di spermatozi sani e di buona qualità in una percentuale variabile tra il 72 il 95.

Va comunque ricordato che se si vuole evitare di fare flop a letto, oltre alla dieta è importante anche e soprattutto effettuare un regolare esercizio fisico, giacché la sedentarietà è una seria minaccia per la salute sessuale maschile.

Pubblicato il: 30-05-2017
Di:
FONTE : Texas University, PLOS One

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.