Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Un unico neurone che coordina i vari segnali che arrivano

La coscienza umana risiede in un neurone gigante?

Secondo uno studio americano la coscienza risiederebbe nel claustro, una zona del nostro cervello, e risiederebbe in un unico neurone, che avvolge il principale organo del sistema nervoso come una corona di spine

2.8 di 5
La coscienza umana risiede in un neurone gigante? Thinkstock

Uno dei temi più indagati e, al contempo, più oscuri in ambito neurofisiologico è quello relativo al rapporto tra la nostra coscienza e il nostro cervello: un quesito fondamentale è se la coscienza abbia una sede fisica e, nel caso, in quale zona del principale organo del nostro sistema nervoso essa si collochi. Due scoperte, una risalente al 2014 e l’altra recentissima, potrebbero aiutare a far luce sulla questione in maniera altamente significativa.

Nel 2014, alla George Washington University, durante una serie di trattamenti su una donna di 54 anni affetta da epilessia, il dottor Mohamad Koubeissi ritenne di aver individuato in una specifica zona del cervello, il claustro, la sede della coscienza.

Da allora Christof Koch, ricercatore statunitense dell’Allen Institute for Brain Science di Seattle, convinto della tesi di Koubeissi, proseguì le ricerche nella direzione inaugurata dal collega. Ora, in un recente annuncio riportato dalla rivista scientifica Nature, Koch dichiara di aver trovato prove che confermano l’ipotesi secondo cui la coscienza avrebbe sede nel claustro.

Grazie a una nuova tecnica, messa a punto dal team di Koch, che permette di ricostruire in 3D le cellule cerebrali, si è riusciti a ricostruire tre neuroni del claustro. I neuroni, esattamente come fanno le piante rampicanti, si ramificano producendo ‘germogli’ in cerca di zone cui connettersi. Ciò detto, tutti e tre i neuroni ricostruiti tridimensionalmente si ramificavano in entrambi gli emisferi cerebrali, «ma solo uno - ha dichiarato Koch - avvolgeva l’intero cervello, come una corona di spine». Un gigantesco neurone che, secondo lo scienziato, avrebbe dunque la funzione di coordinare i segnali che giungono dalle diverse zone del cervello, dando in tal modo forma alla coscienza.

Non si può pensare che il «problema della coscienza» venga così dichiarato risolto, ma certamente la scoperta di Koch è attualmente la più avanzata in merito alla sua sede fisica.

Pubblicato il: 01-03-2017
Di:
FONTE : George Washington University, Allen Institute for Brain Science, Nature

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.