Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Fino a 8 anni di differenza tra età anagrafica e biologica

Stare troppo seduti fa invecchiare più in fretta

Uno studio americano ha dimostrato che restare seduti per più di 10 ore al giorno e muoversi meno di 40 minuti al dì accorcia i telomeri, parte del DNA da cui dipende l'età biologica di una persona: più corti i telomeri, maggiore l'età biologica

3.17 di 5
Stare troppo seduti fa invecchiare più in fretta Thinkstock

La sedentarietà fa invecchiare più in fretta: accade alle donne over sessanta che passano più di 10 ore al giorno sedute o muovendosi molto poco; al punto che, in certi casi, all’età biologica si arriverebbe ad aggiungere 8 anni rispetto a quella anagrafica.

A stabilirlo è uno studio dell’Università della California di San Diego, di recente pubblicazione sull’American Journal of Epidemiology. Gli scienziati hanno monitorato l’incidenza dell’attività fisica (e dunque, di contro, della sedentarietà) sulla salute di 1500 donne di età compresa tra i 64 e i 95 anni, tutte facenti parte di un progetto dedicato allo studio delle malattie croniche successive alla menopausa, il Women's Health Initiative (Whi). L’esperimento consisteva nel monitoraggio dei movimenti mediante sensori collocati sui fianchi delle donne di cui gli scienziati avevano precedentemente verificato la lunghezza dei telomeri, ossia le piccole strutture che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e che proteggono i cromosomi dal deterioramento. L’informazione più importante da sapere è che i telomeri forniscono l’età biologica della persona: più sono corti e più si è ‘vecchi’. Ebbene, i ricercatori hanno dimostrato che le donne che si muovono meno di 40 minuti al giorno e che restano sedute per più di 10 ore hanno i telomeri più corti rispetto a quelle che dedicano più tempo ad un’attività fisica moderata o intensa.

«La nostra ricerca - ha dichiarato il primo autore dello studio, Aladdin Shadyab - ha provato che le cellule invecchiano precocemente se si conduce una vita sedentaria, ed è noto da tempo che l’età anagrafica non sempre va di pari passo con quella biologica. L’esperimento ha inoltre consentito di scoprire che le donne che trascorrono molto tempo sedute, se fanno esercizio fisico almeno mezz’ora al giorno (che è quanto viene raccomandato dalle linee guida americane) non presentano questa elevata accelerazione nell’accorciamento dei telomeri. Bisognerebbe dunque cominciare a fare attività fisica sin da giovani e proseguirla per tutta la vita, anche a 80 anni».

Pubblicato il: 23-01-2017
Di:
FONTE : Università della California, American Journal of Epidemiology

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.