Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Il primo composto cannabinoide made in Italy

Arriva anche in Italia la cannabis per uso terapeutico

Da questo mese, in tutte le farmacie italiane, sarà disponibile il preparato dell'Istituto Chimico Farmaceutico Militare di Firenze: venduto solo previa prescrizione medica, andrà consumato come un tè e servirà per tutti i pazienti costretti a convivere col dolore

4.57 di 5
Arriva anche in Italia la cannabis per uso terapeutico Thinkstock

Il nuovo anno comincia con una grossa novità: dal mese di gennaio, infatti, nelle farmacie del nostro Paese sarà disponibile la cannabis terapeutica prodotta dallo Stato Italiano, nello specifico dall’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. Si tratta in particolare della varietà FM2 (dove FM sta per farmaceutico militare e 2 ad indicare il numero dei principali cannabinoidi contenuti, il THC ed il CBD), qualitativamente simile per composizione al Bediol olandese, la varietà importata sino ad ora dall’Olanda.

A darne l’annuncio è stato il Ministero della Salute, precisando che la cannabis sarà destinata a partire da Gennaio 2017 a quelle farmacie che la utilizzeranno per la preparazione di formulazioni magistrali (o preparati galenici) su precisa prescrizione medica. Il primo destinatario sarà la farmacia Campedello di Vicenza, il cui titolare Luca Guizzon ne spiega la facilità d’uso: «si consumerà semplicemente come un tè: dopo aver aperto la cartina nella quale sono contenute le infiorescenze sminuzzate, le si porrà in acqua a bollire per una ventina di minuti e infine si potrà bere l’infuso. Inoltre - prosegue Guizzon - per i clienti si traduce in un risparmio del 30%. Numeri alla mano c'è una notevole differenza tra il prodotto importato e quello prodotto in casa: dai 24 euro al grammo della cannabis olandese, si passa ai 15 al grammo di quella prodotta in Italia».

Ovviamente, come detto, la cannabis sarà acquistabile solo dietro prescrizione di specialisti o medici di base e prevalentemente per scopi antalgici, ossia per lenire il dolore riducendolo qualora non sia possibile o sufficiente agire sulle cause che lo provocano. «Questi farmaci - prosegue Guizzon - ce li chiede chi deve convivere con il dolore: dolore da infortuni, dolore oncologico, dolori spinali. Spesso vengono prescritti anche a chi ha problemi di spasticità o forme particolari di sclerosi».

In Italia la sperimentazione è durata un anno, ma alla fine l'obiettivo è stato raggiunto: l’Istituto chimico farmaceutico di Firenze ha confezionato 2.400 barattoli di cannabis terapeutica che saranno progressivamente distribuiti nelle farmacie di tutto il Paese. Quella in arrivo in questi giorni è la prima tranche di cannabis italiana, l’obiettivo dichiarato è quello di coprire il fabbisogno nazionale.

Pubblicato il: 04-01-2017
Di:
FONTE : Istituto Chimico Farmaceutico Militare di Firenze, Ministero della Salute

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.