Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute In casi non comuni, ma comunque il rischio esiste

Paracetamolo e ibuprofen mettono a rischio l'udito

Secondo uno studio americano, assumere questi farmaci per lungo tempo anche solo per un paio di volte a settimana aumenta il rischio di deficit anche gravi e definitivi all'udito

3.33 di 5
Paracetamolo e ibuprofen mettono a rischio l'udito Thinkstock

Secondo un recente studio americano, i cui risultati sono stati descritti sull’American Journal of Epidemiology, esisterebbe una relazione tra l’udito e l’aspirina, gli analgesici e gli antinfiammatori in generale; secondo l’indagine, infatti, le donne che assumono per lungo tempo il paracetamolo o l’ibuprofene, anche solo per un paio di volte a settimana, potrebbero danneggiare gravemente e in modo definitivo il proprio udito.

Lo studio è stato effettuato dai ricercatori del Massachusetts Eye and Ear Infirmary, dell’Harvard Medical School, dell’Harvard TH Chan School of Public Health, della Vanderbilt University e del Brigham and Women’s Hospital, tutti negli Stati Uniti.

L’indagine ha analizzato i reperti medici di oltre 50 mila donne scelte nell’ambito di un vecchio progetto di ricerca chiamato Nurses’ Health Study. Nel periodo di rilevazione, tra il 1995 e il 2009, una donna su dodici aveva assunto paracetamolo o ibuprofene per due o più volte nell'arco di una settimana. Facendo una stima dei dati delle partecipanti, gli esperti hanno rilevato che nel 5,5% dei casi la perdita dell'udito è causata dall'uso prolungato di questi farmaci. Più specificatamente, chi utilizza continuativamente per circa 6 anni queste medicine avrà il 9% di probabilità in più di andare incontro a deficit uditivi anche gravi.

E’ vero che stiamo parlando di basse percentuali, basate sulla stima di una serie di dati, ma i ricercatori hanno spiegato che bisogna fare comunque molta attenzione; questi farmaci, infatti, possono essere considerati a tutti gli effetti dei fattori di rischio per la perdita dell'udito. Ad allarmare è specialmente il discorso riguardante la durata del trattamento: la salute delle orecchie, infatti, potrebbe essere compromessa principalmente a causa della regolarità dell’assunzione di paracetamolo e ibuprofene; cioè per qualche anno, anche senza abusi.

Pubblicato il: 22-12-2016
Di:
FONTE : American Journal of Epidemiology

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.