Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Operazione rivoluzionaria eseguita da medici italiani

Rene al posto della milza: bimba salvata a Torino

L'intervento, mai eseguito in precedenza, è stato svolto presso l'Ospedale Molinette di Torino su una bambina di 6 anni, che per una malformazione non poteva né bere né urinare: il nuovo rene attinge dai vasi sanguigni della milza

4.5 di 5
Rene al posto della milza: bimba salvata a Torino Thinkstock

La giovanissima paziente ha 6 anni e, sin dalla nascita, è in dialisi a causa di una rarissima anomalia dello sviluppo del rene, associata a una complessa malformazione dei vasi sanguigni addominali; cosicché non può né bere né urinare, non può dunque condurre una vita normale.

Nel 2014 la piccola era stata sottoposta a un primo trapianto di rene. Purtroppo, a causa delle anomalie vascolari, il nuovo organo non era mai riuscito a funzionare correttamente; per di più il sistema immunitario aveva risposto con una forte reazione di rigetto. A causa di tutto ciò, unito alla complessità di reperire un rene compatibile, un nuovo trapianto sembrava impossibile. Inoltre, dato che la dialisi richiede l’accesso ai vasi sanguigni, era sempre presente il rischio che tali vasi venissero danneggiati mettendo a rischio la vita della bambina.

Quando, pochi giorni fa, un nuovo rene si è reso disponibile, l’unica possibilità per poter eseguire il trapianto nella cavità addominale era quella di utilizzare un’altra via di collegamento al circolo sanguigno. Nella notte tra il 9 e il 10 dicembre la svolta. Sulla bimba è stato eseguito il trapianto e, per poter creare lo spazio necessario per il nuovo rene, è stata applicata una tecnica chirurgica innovativa, mai utilizzata prima: asportazione della milza e impianto del rene sui vasi della stessa milza lungo il loro decorso dietro al pancreas; l’uretere del rene trapiantato (sufficientemente lungo grazie alle dimensioni del donatore, superiori rispetto alla statura della piccola) è stato poi impiantato direttamente sulla vescica.

L’intervento è stato eseguito con pieno successo all’Ospedale Molinette di Torino, dai chirurghi Romagnoli, Tandoi, Merlo e Sedigh, dagli anestesisti Andruetto e Crucitti e dalla responsabile clinica del trapianto renale pediatrico, la dottoressa Peruzzi.

«Un miracolo, mia figlia ha avuto il regalo di Natale più bello, ora può finalmente cominciare a vivere - ha detto commossa la madre della piccola - non ci aspettavamo un risultato così positivo e invece è andato tutto bene, sono stati bravissimi! Adesso sta reagendo bene, se la sta cavando alla grande».

Pubblicato il: 15-12-2016
Di:
FONTE : Ospedale Molinette

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.