Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Bere fa bene, ma occhio a non esagerare!

Donna in overdose per eccesso di... acqua

In questi giorni al King's College Hospital di Londra ha fatto scalpore il caso di una signora a cui, ricoverata per forti emicranie, nausea e vomito, è stata diagnosticata una overdose di H2O. Troppa acqua provoca infatti iposodiemia, condizione con un tasso di mortalità del 30%

3.65 di 5
Donna in overdose per eccesso di... acqua Thinkstock

Continue raccomandazioni di medici e nutrizionisti ci informano che bere acqua è fondamentale per mantenersi in buona salute; berne troppa, tuttavia, può rivelarsi molto pericoloso.

Lo sa bene una signora di 59 anni alla quale, a seguito di una grave infezione alle vie urinarie, i medici avevano consigliato di bere un bicchiere d’acqua ogni 30 minuti. Ritenendo probabilmente di accelerare in tal modo il processo di guarigione, la donna ha però pensato bene di assumere molta più acqua di quanta le era stato indicato: dopo alcuni giorni ha iniziato ad avvertire forti emicranie, a soffrire di nausea e a vomitare frequentemente. A seguito dell’immediato ricovero presso il Kings’ College Hospital di Londra, i medici hanno stabilito che la donna era andata in overdose. A quanto pare, infatti, bere molta acqua in un breve lasso di tempo rischia di abbassare la quantità di sodio presente nel sangue sotto i livelli di guardia, mandando il soggetto in iposodiemia, dalla quale è possibile pervenire addirittura alla morte: un tasso di mortalità del 30% è stato riportato nei pazienti che presentavano livelli bassi di sale nel sangue.

Imra Rafi, responsabile di Innovazione clinica e ricerca presso il Royal College of General Practitioners (l’organismo professionale dei medici di medicina generale nel Regno Unito), dichiara in merito: «bere una giusta quantità di acqua è importante per mantenersi in buona salute, sia fisicamente sia mentalmente; è necessario bere di più nei casi di disidratazione o qualora le urine si presentino di colore scuro. Non esiste, comunque, una quantità raccomandata di acqua da bere ogni giorno: tutto sta nel tenere conto del proprio livello di idratazione e nel monitorare il colore delle urine che deve restare chiaro. Il caso di questa donna mette in evidenza che l’eccessiva assunzione di acqua può avere conseguenze gravi per i pazienti, e questo è qualcosa che operatori sanitari e pazienti devono tenere a mente».

Pubblicato il: 05-12-2016
Di:
FONTE : King's College Hospital, Royal College of General Practitioners

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.