Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute La salute in ufficio inizia dalla seduta

Sedia ergonomica: come scegliere quella giusta

Stai per acquistare una sedia ergonomica da utilizzare in ufficio o a casa? Ecco alcuni preziosi consigli per scegliere la sedia giusta per te.

4.77 di 5
Sedia ergonomica: come scegliere quella giusta Target

Acquistare una sedia ergonomica da utilizzare a casa o in ufficio è senz’altro un’ottima idea per non affaticare la schiena. Scegliere quella giusta, però, non è sempre facile anche perché online l’offerta è piuttosto ampia e variegata.

Trascorrere molte ore stando seduti, a lavoro o a casa, può essere dannoso per la salute. Una postura errata, infatti, può causare seri problemi quali mal di schiena, mal di collo, lombalgie, dolori cervicali, dolori al polso, dolori alle gambe, ecc. Ecco, perché acquistare una sedia ergonomica diventa essenziale.

Ricordiamo inoltre che in Italia, la normativa sulla sicurezza sul lavoro (d.lgs. 81/08 ex 626), obbliga il datore di lavoro a utilizzare strumenti a tutela della salute dei lavoratori.

Le sedie ergonomiche Unisit sono un valido contributo per la prevenzione di molti disturbi causati da una postura scorretta.

Non tutti i dolori dipendono direttamente dalla seduta ma alcuni sono comunque strettamente collegati a essa.

In particolare il mal di collo potrebbe dipendere da un cattivo posizionamento del monitor, la parte superiore dello schermo deve essere all’altezza degli occhi o al massimo un 5% più basso) e il mal di schiena può essere cuasato dalla schiena che non appoggia bene alla sedia. Se non si è in possesso di una sedia ergonomica regolabile, si potrebbe risolvere il problema con l’adozione di un supporto lombare.

Al momento della scelta, è fondamentale assicurarsi che la sedia sia stata realizzata secondo i criteri di ergonomia, allo scopo di offrire il giusto sostegno al corpo. I meccanismi presenti in una sedia ergonomica sono di 3 tipi:

Contatto permanente: lo schienale oscilla avanti e indietro seguendo il movimento del busto;

Contatto oscillante: come quello permanente ma anche il sedile può avanzare o indietreggiare;

Contatto Syncro: come quello permanente ma il sedile può anche basculare.

L’investimento minimo per l’acquisto di una sedia ergonomica è intorno ai 100 euro, difficilmente, infatti, si trova qualcosa di buona qualità al di sotto di questa somma. Ad esempio, le sedie ergonomiche Unisit hanno un buon rapporto qualità/prezzo e sono tutte regolabili, un fattore estremamente importante. Le regolazioni di una sedia ergonomica Unisit, infatti, fanno sì che la postura rimanga corretta, garantendo una seduta comoda e funzionale.

Pubblicato il: 06-12-2016
Di:
FONTE : Target

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.