Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Seguono in classifica lipoaspirazione e blefaroplastica

Mastoplastica additiva intervento top nel 2015

ai dati del sondaggio Isaps, l¹istantanea della chirurgia estetica in Italia

3.5 di 5
Mastoplastica additiva intervento top nel 2015 Thinkstock

La mastoplastica additiva è stato l¹intervento di chirurgia estetica più eseguito in Italia nel 2015. Seguono in classifica la lipoaspirazione e la blefaroplastica, per ringiovanire le palpebre. Lo dicono i dati relativi all¹Italia del sondaggio condotto dall¹International Society of Aesthetic Plastic Surgery Isaps, la più grande associazione internazionale di chirurghi plastici estetici. In base allo studio, nello scorso anno in Italia quasi 22 mila donne hanno scelto di farsi impiantare protesi per aumentare il volume del seno, mentre i pazienti che si sono sottoposti alla lipoaspirazione sono stati oltre 20 mila e pochi di meno quelli che hanno scelto la blefaroplastica. A proposito di aumento del seno, però, dallo studio ISAPS emerge una nuova tendenza.

Per la prima volta, infatti, la società internazionale ha chiesto ai propri soci di inserire anche i dati relativi all¹aumento col lipofilling, ovvero senza ricorrere alle protesi ma semplicemente trasferendo il grasso della paziente dai punti in cui è naturalmente presente al seno. Nel 2015, gli interventi di aumento avvenuti con questa tecnica sono stati 1.656. Ma la vera notizia per quanto riguarda il mercato della bellezza è quella relativa ai trattamenti non invasivi. Nel 2015, nel nostro Paese ne sono stati eseguiti quasi 280 mila, contro i 139 mila messi a segno dalla chirurgia estetica. I trattamenti più eseguiti sono le infiltrazioni di tossina botulinica e acido ialuronico.

«La crescita dei trattamenti non invasivi è un trend forte e costante ­ sottolinea Giorgio De Santis, presidente della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica SICPRE, gemellata con ISAPS -. Anche per questo è così importante regolamentare questo ambito di trattamenti: in qualità di società scientifica la SICPRE è da tempo impegnata con il Ministero della Salute in un tavolo tecnico al lavoro proprio su questi temi. Molti sedicenti medici estetici sono sprovvisti della necessaria formazione e possono davvero fare danni».

Pubblicato il: 05-08-2016
Di:
FONTE : SICPRE

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.