Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Buone notizie per i 3 milioni di malati nel nostro paese

Lotta al cancro: 7 italiani su 10 guarisce dalla malattia

Secondo lo studio della AIOM, il 70% degli italiani che hanno ricevuto una diagnosi di tumore riesce a sconfiggere il male. Il tasso di sopravvivenza è aumentato dunque del 15% rispetto a dieci anni fa: decisivi la prevenzione e il progresso della ricerca scientifica

4.2 di 5
Lotta al cancro: 7 italiani su 10 guarisce dalla malattia Thinkstock

Qualche anno fa, ottenere una diagnosi di tumore non equivaleva ad una specie di sentenza ma quasi: le probabilità di superare e sconfiggere la malattia erano molto più esigue, e persino l'atteggiamento nei confronti del male da parte di un paziente sfiorava sovente la rassegnazione di fronte alla paura che la parola «cancro» suscita in ogni uomo ed ogni donna. Atteggiamento più sbagliato non esiste: si sa come reagire e combattere la neoplasia con coraggio sia uno degli step più importanti nella lunga strada che porta alla guarigione. E, sebbene il tumore continui a fare molta paura a ciascuno di noi, i progressi della ricerca scientifica giustificano un atteggiamento meno remissivo, più battagliero nei confronti della malattia: poiché il cancro non è più un avversario insormontabile, al contrario molti riescono a sopraffarlo.

L'Associazione Italiana di Oncologia Medica ha pubblicato i dati di uno studio da loro promosso in questi giorni, rivelando come sette italiani su dieci riescano a sconfiggere il male. Una percentuale di guarigione che vede un'impennata del 15% rispetto ad una decina di anni fa, e che giustifica un sano ottimismo: la patologia rimane seria, ma non impossibile. In questo senso, molto importanti sono anche i dati rivelati dalla stessa AIOM riguardo la prevenzione, secondo cui circa il 40% delle neoplasie sarebbero evitabili per mezzo di controlli frequenti e regolari. La raccomandazione è sempre la stessa: d'accordo che le terapie e la medicina hanno fatto passi da gigante, ma questo non significa che dobbiamo lasciare che la malattia faccia il suo corso finché non si presentano i primi sintomi evidenti. Anche perché la tempestività della diagnosi rimane uno degli aspetti cruciali per una buona riuscita della cura.

La percentuale si attesta sul 70% in generale, tuttavia è ben più alta per alcuni tipi di tumore, tra l'altro molto diffusi: come quello alla mammella e al seno, da cui guarisce rispettivamente il 91% e l'87% delle pazienti. Ottime notizie, dunque, per quei tre milioni di persone che in Italia convivono con una diagnosi di tumore. Si stima che nel 2015 siano circa 363 mila i nuovi casi di cancro nel nostro paese: tuttavia, come spiegato dal rapporto dell'AIOM, più della metà di queste persone riuscirà a sconfiggere la malattia. Per quel che riguarda la forma più comune, sia negli uomini che nelle donne, ovvero la neoplasia al colon retto, il tasso di sopravvivenza è attorno al 64%. Sfortunatamente, rimangono purtroppo bassi i tassi di sopravvivenza per quel che riguarda il tumore dei polmoni, killer numero 1 tra gli uomini, e il pancreas: dalla prima malattia guarisce circa il 16% delle persone, mentre dalla seconda poco più del 7%. 

Pubblicato il: 02-05-2016
Di:
FONTE : Associazione Italiana di Oncologia Medica

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.