Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

La coabitazione: la chiave per una migliore salute emotiva

Che si conviva o ci si sposi i benefici per la salute emotiva sono gli stessi sia per gli uomini sia per le donne

3.5 di 5
La coabitazione: la chiave per una migliore salute emotiva Thinstock

L’importante è vivere sotto lo stesso tetto, matrimonio o no le cose non cambiano, almeno dal punto di vista della salute emotiva: sono queste le conclusioni di uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Family Psychology.

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati relativi a 8700 americani nati fra il 1980 e il 1984 regolarmente intervistati, ogni 2 anni,  fra il 2000 e il 2010: dall’analisi dei dati è emerso che per le giovani donne coabitare o sposarsi per la prima volta ha costituito un motivo di miglioramento per la salute emotiva, mentre per gli uomini è stato il matrimonio il motivo principale di miglioramento della salute emotiva.

Quando si parla di salute emotiva si intende la capacità di confrontarsi con la realtà e accettarla serenamente: tale capacità ovviamente aiuta a vivere in pace con se stessi e gli altri e concorre a una migliore gestione dei conflitti e più in generale dei propri sentimenti.

Sempre secondo questo studio sia gli uomini che le donne  quando ritrovano l’amore dopo un divorzio o un’esperienza negativa vedono migliorare la propria salute emotiva nello stesso modo sia che decidano di optare per la convivenza sia che optino per il matrimonio.

Secondo i dati a disposizione oggi circa i due terzi delle coppie convivono prima del matrimonio proprio perché convivenza e matrimonio, per le giovani coppie, hanno un pari significato, poiché per loro l’aspetto fondamentale è la coabitazione.

Pubblicato il: 09-12-2015
Di:
FONTE : HealthDay News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.