Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

Il Natale porta tristezza?

Sembrerebbe proprio di si: gli europei, soprattutto quelli che non vivono il lato religioso della festività sentono questo periodo dell'anno negativamente

3.5 di 5
Il Natale porta tristezza? Thinstock

Il periodo che precede il Natale può essere molto triste soprattutto per chi non vive il lato religioso dell’evento: lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Springer journal Applied Research in Quality of Life.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato i dati provenienti da persone di 11 paesi europei, tutti notoriamente cattolici come Belgio, Estonia, Germania , Ungheria, Irlanda, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia e Inghilterra e aver valutato il livello di soddisfazione pre e post natalizio e in altri periodi dell’anno esclusi luglio e agosto.

Andando a valutare il livello di soddisfazione personale si è visto che nel periodo pre natalizio tale livello risultava molto basso se confrontato con il livello di soddisfazione delle stesse persone in altri periodi dell’anno.

Tale correlazione non si è rivelata vera per i cattolici, soprattutto i praticanti che del Natale apprezzano di più il lato spirituale piuttosto che quello consumistico.

Molto probabilmente la preoccupazione per i regali e gli obblighi sociali che il Natale comporta determina grande frustrazione in chi del Natale,  non ne valuta affatto l’aspetto religioso; la religiosità, quindi, mette a riparo da una vera e propria depressione che caratterizza il periodo pre natalizio.

Pubblicato il: 03-12-2015
Di:
FONTE : HealthDay News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.