Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

Perdere l'olfatto prelude alla perdita di memoria

Un nuovo studio scientifico evidenzia come perdere la capacità di sentire gli odori può segnalare l'inizio di problemi di memoria

3.5 di 5
Perdere l'olfatto prelude alla perdita di memoria Thinstock

Uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Neurology ha evidenziato come le persone anziane che mostrano un peggioramento nel senso dell’olfatto hanno il doppio delle probabilità rispetto a chi conserva intatto questo senso, di cominciare a sperimentare lievi problemi di memoria, che a loro  volta li espongono a un maggior rischio di sviluppare Alzheimer.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver reclutato 1400 persone adulte mentalmente sane, età media 79 anni.

Durante i 3 anni dello studio 250 persone hanno sviluppato problemi di memoria e 64 fra le 221 persone con i problemi di memoria più gravi hanno sviluppato demenza.

I ricercatori hanno sottoposto tutti i partecipanti a test degli odori, dove si dovevano riconoscere 6 odori legati a cibi e 6 legati a prodotti non alimentari ovvero banana, cioccolato, cannella, limone, cipolla, ananas e benzina, diluenti, rosa, sapone, fumo e trementina.

Maggiore è stata l’incapacità di identificare gli odori maggiore è stata la probabilità di sviluppare problemi di memoria e poi di demenza.

In futuro il test dell’olfatto potrebbe essere utilizzato come strumento diagnostico non invasivo e molto economico per individuare precocemente il rischio problemi di memoria. 

Pubblicato il: 17-11-2015
Di:
FONTE : HealthDay News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.