Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

Le statine e l'efficacia del vaccino antinfluenzale

Sono fra i farmaci più prescritti per la normalizzazione dell'ipercolesterolemia e si ipotizza possano indebolire l'efficacia del vaccino antinfluenzale negli anziani

3.33 di 5
Le statine e l'efficacia del vaccino antinfluenzale Thinstock

Due studi pubblicato sulla rivista The Journal of Infectious Diseases sollevano il dubbio che le statine, farmaci comunemente prescritti per regolare i valori di colesterolo circolanti, possano attenuare l’efficacia del vaccino antinfluenzale nelle persone anziane.

Nel primo studio sono state esaminate le cartelle cliniche di 6961 pazienti di età superiore ai 65 anni che fra il 2009 e il 2011 avevano partecipato ad una sperimentazione su un vaccino antinfluenzale: a tre settimane dall’inoculo del vaccino i livelli degli anticorpi antinfluenzali erano più bassi, in una percentuale compresa fra il 38 e il 67%  nelle persone che assumevano abitualmente statine, specie se sintetiche.

Nel secondo studio sono state analizzate le cartelle cliniche di 137488 pazienti con malattie respiratorie acute: sono stati seguiti fra il 2002 e il 2011  e in questo periodo hanno contratto più volte l’influenza; l’assunzione di statine ha reso il vaccino antinfluenzale leggermente meno efficace. 

Pubblicato il: 02-11-2015
Di:
FONTE : HealthDay News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.