Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Forma fisica Attività fisica outdoor

Fitwalking per il benessere di corpo e mente

Questa attività, che rappresenta l'evoluzione sportiva della camminata, permette di scaricare lo stress e mantenersi in forma ad ogni età, senza sovraccaricare le articolazioni

4 di 5
Fitwalking per il benessere di corpo e mente Thinstock

Muoversi fa bene, e a ricordarcelo sono ormai ogni giorno la tv, i giornali e la radio che promuovono uno stile di vita sano e attivo attraverso le dichiarazioni di medici, nutrizionisti ed esperti del settore salute, che sottolineano quanto l’attività fisica sia una delle chiavi fondamentali, insieme con una corretta alimentazione, per la conquista del benessere.

Tra le forme di movimento più istintive e naturali che ognuno di noi mette in pratica (o almeno dovrebbe) con regolarità durante la routine quotidiana, c’è la camminata: tale attività ci permette infatti di spostarci da un luogo all’altro, sottoponendo i muscoli ad uno sforzo, seppur lieve. Se poi si ha la possibilità di passeggiare all’aria aperta, circondati dalla natura, per almeno 20 minuti consecutivi, sottoponendo così il corpo ad un lavoro costante e protratto nel tempo, l’organismo inizia a godere di alcuni importanti benefici.

Ed è stata probabilmente proprio la passione per il cammino, insieme con la consapevolezza di quanto questa attività sia in grado di giovare alla salute, a spingere nel 2001 l'Olimpionico Maurizio Da Milano, insieme con il fratello Giorgio e con altri esperti e ricercatori del campo medico-sportivo, a dar vita al progetto Fitwalking, l’evoluzione sportiva della camminata. Per saperne di più, abbiamo incontrato Manuela Beltrame, istruttrice certificata presso la palestra Centro Olimpia Brugherio (MB).

In che cosa il Fitwalking differisce dalla classica camminata?

Fitwalking significa letteralmente "camminare per la forma fisica". Si tratta di una disciplina sportiva del settore non agonistico, ufficialmente riconosciuta dalla FIDAL, ed rappresenta un modo eccellente per mantenersi in forma e allenarsi, unendo la semplicità del cammino alla qualità di un gesto tecnico che permette di muoversi velocemente. Non è infatti sufficiente camminare, ma è necessario farlo osservando una corretta meccanica del movimento. ll Fitwalking è uno sport basato quindi sul gesto naturale del cammino, interpretato in maniera più decisa e vigorosa, mediante una particolare oscillazione delle braccia, l'appoggio pieno del piede (movimento a tampone), la rotazione del bacino, che consentono di prestare una grande attenzione alla postura e di tenere una velocità maggiore. Il passo non deve essere né troppo lungo né troppo corto, ma ben bilanciato rispetto all’altezza e alla lunghezza degli arti. Il tronco deve avere una posizione eretta e le spalle devono essere rilassate. Il Fitwalking segue i principi dell’allenamento delle discipline sportive aerobiche vere e proprie ossia gradualità, costanza e intensità; permette di raggiungere l'obiettivo dello »star bene» in maniera graduale, senza il rischio di fastidiosi infortuni o di scoraggianti insuccessi.

Dove e come si svolge una sessione?

Le lezioni di Fitwalking si svolgono all’aperto, su percorsi adatti a questa pratica motoria. Dopo la fase di riscaldamento generale e l’impostazione del corretto gesto tecnico della camminata si mira, nella parte centrale della lezione, ad alternare le intensità del lavoro, passando da sollecitazioni intense a momenti più leggeri, e permettendo così un miglioramento dei tempi di recupero e della resistenza ad un successivo incremento di carico. Al termine di ogni sessione di lavoro è prevista una fase finale di stretching, utile per migliorare la flessibilità, l'elasticità muscolare e la mobilità articolare.
 Allenare anche questo aspetto corporeo è importante poiché fornisce buoni margini di miglioramento al gesto tecnico in sé, che risulta diventare più sciolto e naturale: si riduce così la possibilità di andare incontro a traumi e lesioni.

Quali sono i benefici?

Il Fitwalking ha risvolti positivi sia sul corpo che sulla mente. La pratica costante di un esercizio fisico di tipo aerobico, come il camminare, esercita sull’apparato respiratorio e cardiocircolatorio effetti preventivi e curativi. È meglio della corsa per chi parte da una condizione di assoluta sedentarietà e per chi è in sovrappeso, poiché permette di non sollecitare in modo traumatico muscoli e articolazioni. Numerosi studi effettuati su persone o gruppi di individui praticanti il cammino a diversi livelli di intensità e quantità, hanno evidenziato i notevoli effetti benefici sulla perdita di peso corporeo derivanti dalla sua pratica continuativa. Questo sport favorisce inoltre l’acquisizione ed il mantenimento di un ottimo tono muscolare. Consente di raggiungere buoni risultati poiché il corpo si adatta ai diversi carichi e alle diverse intensità di lavoro in modo lento, ma progressivo. Il Fitwalking fa bene anche allo spirito: chi lo pratica è portato a sperimentare giusti ritmi di vita, tranquillità e serenità, equilibrio psico-fisico, attenzione verso se stesso, controllo della propria salute, allontanamento dallo stress e dall'aggressività, cura e amore per la natura e per l'ambiente.

E’ uno sport adatto a tutti?

Il Fitwalking rappresenta un’ottima attività sia per coloro che partono da una condizione di sedentarietà o vogliono riprendere a fare sport dopo anni di inattività, sia per chi è interessato alla qualità della performance sportiva. Si tratta anche di uno strumento di completamento da affiancare ad altri sport, oppure di riabilitazione per gli atleti in ripresa da infortuni.
È comunque un’attività adatta a tutti, che non ha controindicazioni, da praticare da soli o in compagnia.

Pubblicato il: 28-10-2015
Di:
FONTE : da un incontro con Manuela Beltrame, istruttrice certificata di Fitwalking presso la palestra Centro Olimpia di Brugherio (MB)

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.