Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Forma fisica Iniziative EXPO

Con il trekking urbano salute in movimento

Sabato 31 ottobre si celebrerà in Italia la XII Giornata Nazionale dedicata a questa attività, che coniuga sapientemente movimento, turismo, arte, natura ed eccellenze del territorio

3.5 di 5
Con il trekking urbano salute in movimento Redazione

Non tutti amano rinchiudersi all’interno di un centro sportivo per praticare attività fisica e, soprattutto quando le temperature calano, vincere la pigrizia per dedicarsi ad una corsa rigenerante al parco, oppure entrare in vasca per una nuotata in piscina, diventa difficile per chi vive lo sport più come un dovere che come un piacere.

Il trekking urbano rappresenta allora una interessante alternativa alle più classiche (e faticose) discipline, per avvicinare all’attività fisica anche chi non ama il movimento fine a se stesso: è un modo intelligente per stimolare gli appassionati di viaggi, arte, storia, cultura ed enogastronomia, attraverso itinerari ben programmati, a percorrere a piedi i centri delle città, apportando così benefici alla salute, e soddisfacendo allo stesso tempo la propria curiosità e sete di conoscenza.   

«Il trekking urbano è uno sport dolce, adatto a tutte le età. Gli itinerari sono differenziati per lunghezza e per difficoltà al fine di poter essere percorsi sia da persone allenate che da trekker meno esperti – spiegano gli organizzatori della manifestazione - A differenza del trekking praticato nei campi e nei boschi, quello in città può essere effettuato, seguendo gli itinerari proposti, con qualsiasi condizione meteorologica e in qualsiasi momento della giornata».

Questa attività, oltre a far bene allo spirito e alla mente, permette anche di mantenersi in forma: «Camminare a passo sostenuto per almeno 20 minuti consente, infatti, di bruciare circa 150 kilocalorie, di allontanare i rischi, legati a ipertensione, osteoporosi e di curare le conseguenze della vita sedentaria come stress, ansietà, depressione - sottolineano gli organizzatori - Gli itinerari proposti dalle città che in questi anni hanno aderito alla Giornata Nazionale del Trekking Urbano hanno una durata media che varia da una a quattro ore, consentendo a chi li percorre di bruciare da un minimo di 450 kilocalorie (percorso di un’ora) a un massimo di 1.800 kilocalorie (percorso di quattro ore) per volta».

L’edizione 2015 (con Siena città capofila della rete dei 50 Comuni coinvolti), intitolata Cibo per l’anima, cibo per il corpo - patrocinata da Expo - sarà un evento da vivere attraverso i cinque sensi. Ogni percorso propone itinerari prelibati, adatti anche ai meno sportivi, che inizieranno camminando alla scoperta di luoghi suggestivi e si concluderanno con la degustazione di prodotti e piatti della tradizione enogastronomica italiana. 

Pubblicato il: 21-10-2015
Di:
FONTE : da una nota diffusa dal Comune di Siena

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.