Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

Il fumo passivo in utero e i problemi comportamentali

I bambini esposti al fumo di sigaretta nel grembo materno sembrano sviluppare più degli altri problemi comportamentali nell'infanzia

3.5 di 5
Il fumo passivo in utero e i problemi comportamentali Thinstock

Respirare il fumo di sigaretta durante la gestazione o nei primissimi mesi di vita aumenta la probabilità che il bambino sviluppi problemi comportamentali: lo sostiene uno studio osservazionale condotto presso il French Institute of Health and Medical Research di Parigi e pubblicato sulla rivista PLoS ONE.

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati di circa 5200 bambini delle scuole primarie francesi e hanno visto che quelli che avevano respirato fumo di sigaretta già nel grembo materno o nei primissimi mesi di vita erano quelli che più di frequente denunciavano anche problemi emotivi e comportamentali.

Questo tipo di problematiche si sono rivelate, in assoluto,  più frequenti nei bambini esposti al fumo passivo sia in utero e sia subito dopo la nascita.

I risultati di questo studio vanno a far da sostegno anche a tutti quegli studi condotti sul modello animale che hanno evidenziato come l’esposizione alla nicotina durante la gestazione sia in grado di provocare cambiamenti strutturali nel cervello del feto e creare degli squilibri che si riflettono sul normale sviluppo neuronale.

Pubblicato il: 06-10-2015
Di:
FONTE : HealthDay News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.