Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Tuttoscienza Studio scientifico

Sperimentare a tavola per dimagrire

Le buone forchette disposte a provare nuovi sapori accumulano meno peso di chi si ostina a mangiare sempre le stesse cose.

3.5 di 5
Sperimentare a tavola per dimagrire Thinstock

Uno studio condotto presso la Cornell Food and Brand Lab e pubblicato sulla rivista Obesity ha svelato un retroscena davvero curioso: le buone forchette, le donne in particolare,  che amano mangiare e sperimentare nuovi sapori tendono ad accumulare meno peso delle donne, buone forchette, ma poco propense a sperimentare nuovi gusti e alimenti.

Lo studio è stato condotto scegliendo un campione di 500 donne statunitensi evidenziando che le donne disposte a mangiare gli alimenti poco comuni come seitan (alimento che si ricava dal glutine del grano tenero, o dal farro, oppure dal khorasan, il grano turanicum) o kimchi (piatto tradizionale coreano), si sono dimostrate anche fisicamente più attive e molto attente a seguire una dieta salutare.

Queste donne, inoltre, più delle altre si sono mostrate propense ad avere amici a cena, come a ribadire che per loro il cibo è un piacere che non diventa mai un vizio che potrebbe ledere alla loro salute a causa di possibili eccessi.

I risultati di questo studio sono molto indicativi perché suggeriscono di consigliare alle donne di orientarsi verso una dieta varia e vasta anziché monotona e monoalimento che invece di farle dimagrire le potrebbe solo portare ad ingrassare. 

Pubblicato il: 06-07-2015
Di:
FONTE : Eurekalert

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.