Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Noprofit I cinquant'anni di Mani Tese

Un grande concerto contro la fame nel Mondo

Il noto cantante Elio insieme al pianista Roberto Prosseda si esibiranno il prossimo 19 maggio a favore di Mani Tese, ONG italiana attiva nella lotta alla fame e agli squilibri tra Nord e Sud del Mondo

3.5 di 5
Un grande concerto contro la fame nel Mondo Web

Un concerto pensato per festeggiare un’importante anniversario e per favorire la cooperazione internazionale dedicata al diritto universale al cibo. È l’idea di Mani Tese, Organizzazione Non Governativa italiana nata nel 1965 per combattere la fame e gli squilibri tra Nord e Sud del mondo.

In dettaglio, per festeggiare i cinquant’anni di attività della ONG, il prossimo 19 maggio presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, l'eclettico Elio (nome d’arte del cantante Stefano Belisari) insieme al pianista Roberto Prosseda si esibiranno nello spettacolo Bianchi, Rossini e Verdi - Omaggio al canto tricolore. Si tratterà di un suggestivo viaggio attraverso la storia della musica classica italiana e non solo. I ricavati saranno interamente devoluti all’Associazione che li utilizzerà per progetti a favore dello sviluppo agricolo delle aree rurali nel sud Sudan, in Benin e in Burkina Faso, Paesi africani tra i più poveri al Mondo.

«Mani Tese promuove oltre 2300 progetti all’anno in tutto il Mondo per un investimento complessivo di100 milioni di euro - spiega Clara Castelluccci, responsabile comunicazione di Mani Tese -. Nel Nord del Mondo ci occupiamo di sensibilizzare la popolazione sul diritto universale al cibo e per farlo organizziamo campagne, eventi e manteniamo un costante dialogo operativo con le istituzioni. In Italia, siamo attivi sull’intero territorio nazionale grazie a sei associazioni affiliate e ai tanti volontari che ne fanno parte».

Mani Tese si finanzia, innanzitutto, partecipando a bandi Ue e del Ministero degli Affari Esteri e, in secondo luogo, tramite le donazioni dei privati. «Siamo impegnati in Asia, Africa e America Latina con programmi di cooperazione e sviluppo che coinvolgono le comunità locali dalla fase di progettazione alla realizzazione degli interventi - continua Castellucci -. In Asia, per esempio, abbiamo un progetto dedicato alla lotta al traffico di esseri umani e, per farlo, utilizziamo l’istruzione e la formazione. Concretamente, facciamo formazione alle famiglie sull’importanza di dare un’istruzione ai propri figli e finanziamo l’acquisto del materiale didattico. Questo porta i bambini e i ragazzi ad avere maggiore consapevolezza dei rischi e a non ritrovarsi in situazioni potenzialmente pericolose per la propria vita».

Uno dei progetti più importanti, invece, che Mani Tese finanzierà grazie al concerto del 19 maggio, sarà la realizzazione in Nord Africa di un’impresa sociale tutta al femminile, volta a favorire lo sviluppo della filiera agricola. «È la prima volta che organizziamo un evento di questa portata, l’idea nasce innanzitutto dalla volontà di riunire tutti coloro che in questi cinquant’anni hanno fatto la storia dell’Associazione. Volevamo realizzare una grande festa che fosse l’occasione per divertirci, divertire e allo stesso tempo far conoscere Mani Tese. La serata è aperta a tutti e i biglietti sono acquistabili online tramite i tradizionali canali di vendita (informazioni sul sito web della ONG)» conclude la responsabile comunicazione.

Pubblicato il: 13-05-2015
Di:
FONTE : Dall'ufficio stampa di Mani Tese, intervista a Clara Castellucci

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.