Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Forma fisica Attività per tutte le età

Per un corpo tonico ed una mente più attiva scegli la danza

Rossella Margutti, ballerina ed insegnante di fitness, ci svela tutti i benefici di questa affascinante disciplina, e ci presenta le nuove attività correlate, che mixano il ballo con l'aerobica e le arti marziali

3.5 di 5
Per un corpo tonico ed una mente più attiva scegli la danza Thinstock

Quando pensiamo al ballo sono tantissime le immagini che la nostra mente richiama: le categorie in cui si suddivide questo sport sono infatti numerose. Ci sono la danza classica, quella che si pratica sulle punte per intenderci, la danza moderna (hip hop ecc.), le danze latino-americane (samba, cha cha cha, rumba, paso doble, jive), quelle caraibiche (salsa, mambo, merengue, bachata, rueda), argentine (tango, vals, milonga), i balli da sala (valzer lento, tango, foxtrot) ed il ballo liscio (mazurka, valzer, polka). Ognuna di esse prevede passi e sequenze specifici, che vanno memorizzati attraverso la pratica costante e l’impegno, e la cui esecuzione permette di migliorare la forma fisica, ma non solo.

Per saperne di più abbiamo incontrato Rossella Margutti, ballerina ed insegnante di fitness, che lavora da anni presso diverse scuole del nord Italia.

La danza è movimento e come tale, produce effetti benefici sul nostro organismo, al pari di qualsiasi altra attività fisica. Quali sono nello specifico?

La danza è una disciplina sportiva completa, un'alternativa efficace e divertente al classico allenamento in palestra. In primo luogo, ballare permette di tonificare in generale tutta la muscolatura: gambe, glutei, polpacci, arti superiori e addominali. Inoltre danzare, essendo un esercizio di tipo aerobico, aiuta a migliorare l'ossigenazione di tutto l'organismo e la circolazione, con evidenti benefici anche a livello cardiaco. Praticare questa attività porta a sviluppare una maggiore elasticità dei legamenti e dei muscoli, grazie allo stretching che è parte interante dell’allenamento. Per le persone di età matura, si tratta inoltre di un buon modo per prevenire e contrastare l'osteoporosi. Ovviamente i benefici non sono solo a livello fisico, ma anche mentale: ballare infatti aumenta i livelli di endorfina, un efficace »antidoto» per combattere lo stress. La danza consente poi di entrare in contatto con tante persone, con cui condividere un momento di svago e una passione: permette quindi di avere una vita sociale più ricca, e aiuta a sconfiggere la timidezza. E’ anche un’attività che stimola la memoria, e a mantiene il cervello giovane e ben allenato poiché richiede la memorizzazione di sequenze, passi e coreografie. Aiuta infine a sviluppare una buona musicalità, a sentire il ritmo e a migliorare l’equilibrio.

Si stanno sempre più diffondendo diverse nuove attività, che mixano la danza con il fitness. Quali sono le differenze principali rispetto al ballo?

Tutte queste discipline hanno come obiettivo comune quello di tonificare il corpo e far perdere peso, divertendosi e socializzando. Mentre durante i corsi di ballo ci si focalizza molto sulla tecnica e sull'esecuzione precisa dei passi, in questo caso si ricerca principalmente il benessere fisico. Tra le più diffuse ci sono la zumba fitness, che unisce - tra gli altri - passi di salsa, cumbia, reggaeton e bachata, ed il reggaeton fitness, che consiste in un allenamento a ritmo di reggaeton, uno stile musicale che nasce a Panama e che fonde i ritmi latini con il beat dell'hip hop.

Tra le new entry, che saranno oggetto di masterclass e lezioni gratuite a Danzainfiera, dal 26 febbraio all’1 marzo a Firenze, troviamo inoltre la Booiaka (che fonde latino, brasiliano, giamaicano, Hip Hop e Reggaeton), la Brazuca fitness (un mix di danze afro e passi di arti marziali brasiliane), la Nia (tecnica che racchiude elementi di Tai Chi, yoga TaeKwon Do e di Aikido), la Lambaerobica (che mixa ritmi 100% brasiliani), il Jazzercise (la danza Jazz unita con il kickboxing e lo yoga) ed il Funkfit (nato dalla fusione tra danza Hip Hop, jazz, house, moderna e l’aerobica).

Per chi è agli esordi, c’è un’attività che consigli più di un’altra?

Per i neofiti della danza il mio consiglio è semplicemente quello di approcciarsi ad corso adatto al proprio livello, in questo caso un corso base o per principianti, in modo da cominciare effettivamente da zero con tutto il gruppo. All’inizio è normale sentirsi in imbarazzo, ma non bisogna scoraggiarsi: come in ogni sport, anche nella danza i risultati arrivano con il tempo, la dedizione e l'allenamento. La cosa più importante è divertirsi e sentirsi bene. Per quanto riguarda la tipologia di corso, ognuno si orienterà in base al proprio gusto personale, ed alla motivazione che lo spinge ad imparare.

Tutti posso danzare? A partire da quale età e fino a quando?

Questa attività può essere praticata da tutti, ed è proprio questo il suo bello. I bambini possono iniziare ad entrare in questo meraviglioso mondo già dall'età di 3 anni. Esiste una disciplina specifica che si chiama gioco-danza per bambini dai 3 ai 6 anni: attraverso il gioco educativo essa permette ai bambini di acquisire gli elementi di base della danza, come il ritmo, lo spazio, la percezione del proprio corpo, stimolando la fantasia e la creatività. Non c'è assolutamente un limite massimo d’età. La danza si suddivide infatti in tante categorie, dunque ognuno è libero di scegliere la più appropriata per sé, in base a diversi fattori: oltre al gusto personale che è fondamentale, bisogna considerare anche il proprio stato di forma fisica ed il livello di allenamento.

Ci sono controindicazioni in generale, e/o per qualche categoria specifica?

Per fare in modo che ballare sia sempre e solo un piacere per il nostro corpo, bisogna obbligatoriamente sottoporsi ad un controllo medico (possibilmente con elettrocardiogramma e test da sforzo), per accertare che lo stato di salute sia idoneo alla pratica dell'attività sportiva. Superato questo step, è fondamentale affidarsi a insegnanti e professionisti esperti, preparati e qualificati che seguano passo per passo il percorso di formazione. Ovviamente ci sono delle categorie specifiche più pericolose rispetto ad altre: principalmente si tratta di discipline contenenti elementi acrobatici come ad esempio la breakdance, il rock'n'roll acrobatico, la capoeira ecc. È importante utilizzare delle misure di protezione, ed allenarsi in luoghi attrezzati per il tipo di allenamento prescelto.  Per quanto riguarda la danza classica, contemporanea e moderna si va incontro ad altri rischi: la ricerca dell'estrema mobilità articolare e dell'estrema elasticità muscolare può far sì che si possa incorrere in contratture, strappi o stiramenti. Prima di iniziare qualsiasi tipo di lezione, a qualsiasi livello e di qualsiasi disciplina, è utile effettuare un buon riscaldamento, per preparare il corpo all'allenamento che si sta per affrontare. In questo modo è possibile infatti ridurre notevolmente il rischio di traumi muscolari e articolari.

Pubblicato il: 25-02-2015
Di:
FONTE : da un incontro con Rossella Margutti, ballerina e insegnante di fitness

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.