Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Serie ripercussioni di tipo psicologico e fisico

L'utilizzo di tablet e smartphone danneggia i più piccoli

Secondo esperti americani, l'abitudine dei genitori di placare i capricci dei figli con dispositivi elettronici causa disturbi di tipo emotivo: i bambini non imparano a controllare le proprie emozioni, non sviluppano empatia né capacità di problem solving. Meglio lasciare che si calmino da soli e interagiscano con esseri umani

4.25 di 5
L'utilizzo di tablet e smartphone danneggia i più piccoli Thinstock

Quante volte, osservando un bambino adoperare uno smartphone o un tablet in maniera nettamente più esperta di quanto siamo in grado di farlo noi, ci siamo sentiti inadeguati e fuori dal tempo? Chi è nato qualche generazione addietro, diciamo dagli anni '80 a ritroso, non ha vissuto i cambiamenti dell'autentica rivoluzione tecnologica avvenuta in quest'epoca come un dato di fatto: piuttosto, ha sentito d'esser travolto da un treno in piena corsa, comprendendo appieno la portata sovversiva di invenzioni come telefonino e internet con gli anni, testimoniando la trasformazione di tali oggetti da utili optional a vera e propria necessità indotta.

Si sa che in tenera età siamo come spugne, che riescono ad assorbire ogni brandello di conoscenza senza troppe difficoltà, spinti dal nostro potenziale pressoché illimitato e da un'innata curiosità: e probabilmente questa è una delle ragioni per cui i bambini si destreggiano così bene tra gingilli elettronici per gli adulti spesso astrusi. Tuttavia non è il solo motivo: oggigiorno i genitori, per placare le rumorose proteste dei figli quando si annoiano, spesso fanno ricorso a smartphone e tablet, o più in particolare ai giochi interattivi che essi contengono. Se da neonati è sufficiente il ciuccio per calmarsi, o maggiori attenzioni da parte di mamma e papà, crescendo i bambini pretendono intrattenimenti più interessanti: e i genitori, spesso stremati dalle insistenze della propria prole, non hanno problemi a fornirglieli.

Questa abitudine potrà anche rappresentare la tecnologica ancora di salvezza degli adulti che vogliono portare a termine una cena al ristorante senza andare incontro ad un crollo nervoso, ma alla lunga può nuocere alla salute dei figli. Secondo i ricercatori della Boston University School of Medicine, infatti, l'utilizzo di smartphone o Ipad può portare i bambini a sviluppare disturbi di tipo emotivo. Il commento degli studiosi americani, comparso sulla rivista specializzata Paediatrics, punta infatti il dito contro questa abitudine, una specie di scorciatoia, o di trucco se vogliamo, che impedisce ai più piccoli di imparare a controllare i propri disagi, di autoregolare le proprie emozioni, di sviluppare capacità di problem solving e di educarsi all'empatia. Ai bambini, sempre secondo il parere degli esperti statunitensi, va dato il tempo di calmarsi da soli: con buona pace della serenità degli adulti.

D'altronde, tali dispositivi elettronici sono ancora relativamente nuovi per il mercato: dunque, è ancora troppo presto per conoscere le ripercussioni che possono avere sui più piccoli, che oramai utilizzano questi strumenti già in tenera età. Tuttavia, quello che si è già individuato è il cosiddetto effetto della «mamma tv»: ovvero sia, secondo gli esperti, trascorrere le giornate di fronte alla televisione, sottraendo tempo prezioso all'interazione sociale con coetanei ed esseri umani in genere, porta ad una riduzione dello sviluppo di competenze linguistiche e sociali. Dunque, il discorso risulterebbe analogo per questi dispositivi: che possono anche risultare utili in età pre-scolare, per mezzo di applicazioni interattive per imparare a leggere o ampliare il proprio vocabolario, ma che quando vengono impiegate solo per lo svago ed il divertimento fine a sé stesso risultano dannose per l'emotività del bambino. Per non parlare delle ripercussioni fisiche che la mancanza di esercizio, l'esposizione ad uno schermo e la ripetizioni di gesti ripetitivi e intensivi delle dita possono causare.  

Pubblicato il: 04-02-2015
Di:
FONTE : Boston University School of Medicine, Paediatrics

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.