Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Il monito negli Stati Uniti

Influenza: il vaccino rischia di far cilecca

Chi quest'inverno ha deciso di vaccinarsi potrebbe non essere immune come crede. Ad affermarlo i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie di Atlanta

3.5 di 5
Influenza: il vaccino rischia di far cilecca Thinstock

Chi quest'inverno ha deciso di vaccinarsi contro l'influenza ha solo il 23 percento di probabilità in meno di contrarla rispetto a chi non si è vaccinato. Ad affermarlo, in un recente rapporto riportato dalla rivista TIME, i Centri per il Controllo e la Prevenzione (CDC) di Atlanta, importante organismo di controllo sulla diffusione delle malattie infettive nel mondo.

In questa stagione invernale, i virus influenzali predominanti sono gli H3N2; secondo il CDC, circa il 70 percento dei virus che appartengono a questa categoria è geneticamente modificato e non risulta, perciò, sensibile al vaccino antiinfluenzale oggi disponibile.

Poiché il vaccino contro l'influenza è stato sviluppato concentrandosi sui virus influenzali più comuni, è plausibile che oggi non sia più efficace sui nuovi in circolazione. Da quando il CDC ha iniziato la sua attività di monitoraggio nel 2004, i tassi di efficacia del vaccino hanno visto un’alternanza tra il 10 e il 60 percento. Se il vaccino contro l'influenza è meno efficace, la popolazione deve necessariamente essere più cauta e orientarsi verso altri metodi di prevenzione: lavarsi le mani con costanza e curare l'influenza con i farmaci più comuni. 

Joe Bresee, funzionario della divisione di monitoraggio dei virus influenzali dell’organismo di controllo americano, afferma che i medici dovrebbero sapere che i pazienti ricoverati in ospedale, in caso di sospetta influenza, devono essere trattati quanto prima con uno dei tre farmaci antivirali influenzali disponibili. Il rapporto, tuttavia, mostra che il vaccino è efficace nei ragazzi dai 6 ai 17 anni e che sul fronte influenza, questa stagione invernale è classificabile come moderatamente grave, simile a quella 2012-2013.

Pubblicato il: 16-01-2015
Di:
FONTE : Da un articolo pubblicato sulla rivista TIME

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.