Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Noprofit Natale

Dalle onlus tante iniziative per aiutare i meno fortunati

Molto spesso basta un piccolo gesto per augurare un buon Natale e un felice anno nuovo a chi è gravemente malato o in situazione di forte indigenza

3.5 di 5
Dalle onlus tante iniziative per aiutare i meno fortunati Thinstock

Dalle candele dei Ragazzi della Luce della Fondazione Patrizio Paoletti, all’iniziativa Adotta un Sorriso! di Emergenza Sorrisi Onlus di cui è testimonial Ilary Blasi, al Natale incartevole di Parent Project Onlus (fino al 24 dicembre in diverse città i volontari, medici e ricercatori della Onlus incarteranno i pacchetti regalo per finanziare la ricerca), sino ai biglietti di auguri dell’Arcobaleno di Marika Onlus e ai regali solidali di Save the Children Italia (informazioni sui siti delle Fondazioni).

Queste, e tante altre ancora, sono le iniziative solidali messe in atto dalle no profit italiane per festeggiare il Natale con un’opera buona, una piccola offerta che per i meno fortunati, malati e indigenti può fare davvero la differenza.

Non solo regali solidali, però, ma anche progetti più ampi, come quello di Fondazione Exodus e Fondazione Progetto Arca, associazioni che condividono il lavoro e l’impegno quotidiano rivolto alle persone senza dimora. Il 24 dicembre, infatti, si tiene la Vigilia di Natale in Stazione Centrale, l’appuntamento è alle 11 con la messa celebrata da Don Mazzi a cui seguirà alle 12.30 un pranzo a buffet per 200 persone offerto da Progetto Arca. Alle 14, invece, seguirà la tradizionale festa con la Bar Boon Band, gruppo musicale formato dai senza dimora della stazione.

E ancora, Enel Cuore, la onlus della nota azienda fornitrice di energia elettrica che, in occasione delle festività natalizie, ha deciso di finanziare un progetto innovativo rivolto ai più piccoli. Si tratta dell’AstroTAC, il macchinario di ultima generazione studiato per eseguire l’esame diagnostico trasportando i piccoli pazienti in viaggio nello spazio, tra stelle e pianeti, riducendo al massimo i traumi di un esame altrimenti invasivo. La nuova TAC sarà installata nell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, dove sono già in corso i lavori per allestire una vera e propria base spaziale che ospiterà il macchinario.

E, infine, non potevano mancare i personaggi delle fiabe, come sempre protagonisti assoluti del Natale. Infatti, all’ospedale Agostino Gemelli di Roma si è tenuta pochi giorni fa la grande parata dei più famosi personaggi fantastici organizzata dal team del Progetto Nazionale Bambini dell'Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali. Oltre trenta figuranti che hanno sfilato per i bambini con le maschere dei protagonisti dei fumetti, si sono esibiti in una baby dance e hanno trasformato i piccoli in tanti piccoli personaggi delle fiabe. L'iniziativa fa parte del progetto Natale al Gemelli, l'evento sociale, giunto alla terza edizione, promosso dalla direzione del Policlinico in collaborazione con diverse associazioni di volontariato.

Inoltre, restando nell’ambito delle fiabe, c’è MediCinema Italia Onlus che, per Natale, ha proiettato in anteprima nelle strutture ospedaliere con cui collabora il nuovo film di animazione Big Heros 6, nelle sale dal 18 dicembre scorso. La Onlus utilizza il cinema, lo spettacolo e la cultura per coinvolgere i malati e i loro familiari in un percorso di cura definito terapia del sollievo.

Tante Fondazioni e tante iniziative a cui, ogni mercoledì nella mia rubrica no profit su Il Giornale.it, cerco di dare voce per raccontare gli obiettivi, gli sforzi e i risultati del loro operato. Dalla ricerca scientifica per trovare soluzioni terapeutiche a malattie rare ancora orfane di cura, alle iniziative di accoglienza e supporto ai malati e alle loro famiglie, ai progetti per promuovere la cultura tra chi non ha la possibilità di studiare. Sono questi i progetti più o meno strutturati ma tutti grandi allo stesso modo che, ogni anno, le onlus italiane portano avanti nel nostro Paese e nel mondo.

Per questo io, come giornalista - e perdonatemi il commento strettamente personale -, mi sento onorato di dare voce a tutti coloro che, volontariamente, decidono di dedicarsi a chi è spesso lasciato solo davanti a un male molto più grande; per questo ringrazio tutte le onlus con cui mi sono interfacciato in questo anno e auguro un buon Natale e un felice anno nuovo.

Pubblicato il: 24-12-2014
Di:
FONTE : Dagli uffici stampa di Fondazione Patrizio Paoletti, Emergenza Sorrisi Onlus, Parent Project Onlus, Save the Children Italia, Fondazione Progetto Arca, Fondazione Exodus, Enel Cuore, MediCinema Italia Onlus e da OmniRoma

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.