Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Posta la tua foto usando l'hashtag #socialsilentday

«Sordi per un giorno» in occasione del Social Silent Day

L'ipoacusia (o calo uditivo) è un abbassamento della capacità di percepire suoni e parole, un deficit a cui consegue la difficoltà di comunicare ed interagire con le altre persone

3.5 di 5
«Sordi per un giorno» in occasione del Social Silent Day Thinstock

L’ipoacusia (o calo uditivo) è un abbassamento della capacità di percepire suoni e parole, un deficit a cui consegue la difficoltà di comunicare ed interagire con le altre persone. Le cause di questo disturbo sono molteplici, prime tra tutte l’invecchiamento, l’abitudine - diffusa soprattutto tra i giovani - di ascoltare la musica ad un volume troppo alto, ed il diabete.

Sulla scia delle iniziative che si sono succedute sul territorio nazionale nel corso di ottobre, mese dedicato alla prevenzione dei deficit uditivi, AudioNova Italia, multinazionale olandese presente in undici paesi europei con 1300 Centri Acustici, in partnership con la Lega del Filo d’Oro, ha lanciato, per mercoledì 26 novembre, la prima edizione del Social Silent Day, ovvero la proposta di una giornata social in cui provare a convivere con l’ipoacusia.

La finalità di questa iniziativa è sensibilizzare il grande pubblico su un disagio fisico e psicologico qual è l’ipoacusia, soprattutto tenendo conto del fatto che l’Italia è uno dei Paesi con le percentuali più basse per quanto riguarda i controlli auditivi e l’utilizzo di apparecchi acustici. 

Proprio per promuovere la conoscenza e le modalità con cui supplire a questo deficit, oggi molti svolgeranno le loro attività quotidiane (come il lavoro in redazione, un momento di conversazione in famiglia o con gli amici) indossando dei tappi per le orecchie, strumento che ha permesso di simulare un calo uditivo.

«L’esperienza concepita per il Social Silent Day – spiega il dottor Colombo, Audiologo presso AudioNova – è finalizzata a simulare una perdita uditiva non particolarmente importante, ma che allo stesso tempo risulta essere molto diffusa tra le persone sopra i sessant’anni».

Secondo un recente report composto dalla Società Italiana di Otorinolaringologia (SIO) infatti, il 50% degli ultrasettantenni presenterebbe un deficit uditivo, disturbo a cui molto spesso non viene accompagnato l’utilizzo di un apparecchio acustico.

«L’invito da parte di AudioNova – spiega il Comunicato Stampa redatto in occasione dell’iniziativa – è quello di far vivere su Facebook, Twitter ed Instagram il passaparola sul Social Silent Day per coinvolgere non solo pazienti di età adulta ma anche la generazione social con l’obiettivo di abbattere i pregiudizi e far crollare il silenzio intorno all’ipoacusia».

Bastano un paio di classici tappi per le orecchie e un selfie per prendere parte al movimento di sensibilizzazione promosso dal Social Silent Day: sostenere l'importanza di regolari controlli uditivi infatti, vuol dire supportare non solo la prevenzione nei confronti dell’ipoacusia, ma anche il mantenimento di un’elevata qualità di vita attraverso la possibilità di comunicare, dialogare e interagire con il mondo circostante.

Per partecipare al Social Silent Day basta postare la propria foto su Facebook, Twitter e Instagram taggando @AudionovaItalia e usando l’hashtag #socialsilentday.

Pubblicato il: 26-11-2014
Di:
FONTE : AudioNova

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.