Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Noprofit Speciale giornata mondiale della vista

Apriamo gli occhi

In occasione della XV giornata mondiale della vista CBM Italia porta avanti la sua campagna di lotta alla cecità infantile: basta un sms al 45594 per ridare la vista ai bambini

2.67 di 5
Apriamo gli occhi Thinstock

Sapevate che ogni minuto nel mondo un bambino diventa cieco? È quel genere di statistiche che, diciamolo, non si vogliono ascoltare. Nè vedere. Appunto. Sono però questi i dati che ci fornisce CMB Italia, un’organizzazione non governativa, la cui finalità è sconfiggere le forme evitabili di cecità e di disabilità fisica e mentale nei Paesi in via di sviluppo, senza distinzione di razza, sesso e religione. 

CBM Italia ci fa dunque aprire gli occhi, a noi che possiamo leggere: nel 40% dei casi, dicono i protavoce di questa importante organizzazione no profit, la cecità potrebbe essere evitata con interventi mirati. Sempre dalle loro statistiche si evincono drammatiche conseguenze ovvero che: «se non si interviene tempestivamente, il 60% dei bambini che diventano ciechi muore entro 1 anno dal momento in cui ha perso la vista».

Leggendo i dati e le righe scopriamo poi che «i difetti refrattivi (miopia, astigmatismo, ipermetropia) quando non vengono corretti diventano uno tra i più gravi problemi di ipovisione. La visione sfuocata ha un impatto negativo sulla qualità della vita, sull’apprendimento e sullo sviluppo di una persona. Le indagini dell’OMS stimano 268 miliardi di dollari in perdita di produttività per il mancato lavoro delle persone che non correggono i difetti refrattivi».

Per risolvere il problema basterebbe una correzione con occhiali da vista adeguati. Oggi sono 600 milioni le persone ipovedenti a causa di errori refrattivi non corretti. Il peso dei difetti refrattivi grava per il 90% sui Paesi poveri, per mancanza di infrastrutture, personale sanitario e strumenti. Basterebbe, insomma, un paio di occhiali per cambiare il futuro ad un bambino povero!

«Un bambino che non ha la possibilità di utilizzare un semplice paio di occhiali da vista, non ha la possibilità di ricevere un’istruzione - spiega CBM Italia -  e quindi diventa un peso per la famiglia e la comunità in cui vive. Nella peggiore delle ipotesi, viene abbandonato dalla famiglia proprio perché non viene considerato un soggetto produttivo».

Per sensibilizzare la gente verso questo problema, CBM Italia ha messo in atto la sua campagna Apriamo gli occhi, attiva dal 4 ottobre al 1° novembre, che prevede l'attivazione di un sms solidale (ma si può anche fare una chiamata da rete fissa al numero 45594), per donare 2 euro che contribuiranno a sostenere i progetti di lotta alla cecità di CBM in 14 Paesi in via di sviluppo, laddove il fenomeno è più acuto.

Come spiega uina nota ufficiale, «i medici di CBM potranno  così realizzare operazioni oculistiche per i bambini delle famiglie più povere, allestire cliniche oculistiche mobili e attività di screening per seguire i bambini che vivono nelle aree più remote e non hanno la possibilità di raggiungere gli ospedali nelle città. Inoltre grazie ai fondi raccolti dalla campagna saranno distribuiti occhiali per bambini».

Pubblicato il: 10-10-2014
Di:
FONTE : CBM Italia

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.