Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Dieta Consigli per un rientro sereno

Cura la sindrome da rientro portando in tavola i cibi giusti

Dopo le vacanze sono tante le persone che accusano la ripresa dei ritmi frenetici della vita quotidiana. Un'esperta ci spiega come nutrirci per cancellare il malessere

4 di 5
Cura la sindrome da rientro portando in tavola i cibi giusti Thinstock

Secondo un recente sondaggio condotto in collaborazione con l’Osservatorio Sanpellegrino ben un italiano su 2 soffrirebbe di quella che gli inglesi chiamano post vacation blues, più comunemente conosciuta come sindrome da rientro. Sì, perché i benefici delle vacanze estive - momento di relax utile a ricaricare le pile ed a recuperare le energie, per poter poi riprendere la routine quotidiana con più serenità e grinta - sembrerebbero svanire per molti già dopo i primi giorni di lavoro.  

Ansia, stress, stordimento, difficoltà di concentrazione, mal di testa, apatia, e a volte anche tristezza: ecco alcuni dei sintomi più diffusi. A causarli, secondo gli esperti, sarebbe la brusca ripresa di ritmi troppo serrati e frenetici dopo un lungo periodo all’insegna dello svago e della tranquillità: senza orari, senza appuntamenti, senza mail e telefoni che squillano di continuo.

Gli psicologi consigliano, per ovviare al problema, di procedere per obiettivi minimi, cercando di non sovraccaricarsi di impegni e scadenze sin dai primi giorni. Ma non è tutto: per contrastare la post vacation blues un valido aiuto arriva ancora una volta dalla tavola. Secondo i nutrizionisti alcuni cibi meglio di altri (nonché alcune specifiche combinazioni tra i macronutrienti) sarebbero in gradi di aiutarci a superare l’enpasse e a ripartire con il piede giusto. Per saperne di più abbiamo chiesto aiuto alla dottoressa Daniela Capra, nutrizionista e medico chirurgo specializzato in Medicina dello sport.

Quale tipo di alimentazione consiglia di adottare per cancellare lo stress?
Io consiglio si seguire sin dai primi giorni di ripresa un'alimentazione sana e bilanciata: al rientro dalle vacanze abbiamo spesso una sensazione di gonfiore e pesantezza, ed anche qualche chilo in più, a causa delle concessioni ai piaceri della tavola, di cui abbiamo generalmente abusato. Se questo si somma ai sintomi della post vacation blues, la ripresa sarà di sicuro ancora più faticosa.

Cosa fare per disintossicarsi rapidamente?
Intanto riduciamo drasticamente, per almeno qualche settimana, alcuni alimenti: innanzitutto i carboidrati, sia i farinacei (pasta, pane e prodotti da forno in genere) che gli alimenti contenenti zuccheri a rapido assorbimento, come i dolci, le bibite, gli alcolici ed anche la frutta (il fruttosio in essa contenuta è infatti un carboidrato e, dato che di solito in estate se ne assume molta, almeno al rientro è bene assumerla solo una volta al giorno, preferibilmente con la prima colazione). Poi i latticini, spesso ricchi di grassi, sale, e proteine anche potenzialmente dannose a livello del sistema immunitario. Lo stesso discorso vale anche per i salumi, che in più contengono anche vari conservanti dannosi per la nostra salute. Vanno ridotti anche i grassi cattivi in genere, come la margarina, il burro, i grassi idrogenati (presenti soprattutto nei prodotti confezionati). Infine l'eccesso di sale è sconsigliato (di solito infatti in vacanza si è abusato di alimenti che ne contengono troppo, con conseguente ritenzione eccessiva di acqua nei tessuti).

Quali sono i cibi top che non devono mancare soprattutto in questo periodo di transizione?
In primis le verdure fresche crude di stagione (ricche di vitamine e minerali antiossidanti - quindi utili contro i radicali liberi - e alcalinizzanti - cioè regolatrici del ph dell'organismo, che sarà sicuramente in acidosi dopo vacanze goderecce dal punto di vista dell'alimentazione), da inserire almeno una volta giorno. Poi le proteine di buona qualità, in particolare il pesce azzurro, ricco anche di omega-3, che sono grassi buoni, protettivi sul sistema cardiocircolatorio e potenti antiossidanti; si consiglia di assumerlo almeno 3 volte alla settimana. L’olio extravergine di oliva e olio di riso, i migliori condimenti in assoluto,  anch'essi ricchi di grassi buoni. Le proteine vegetali, contenute nei legumi, come la soia, le lenticchie, i ceci, i fagioli, tutti alimenti utili per il calo di peso e privi di colesterolo. E per concludere i semi oleosi, come mandorle e noci, da assumere quotidianamente, in quanto ricche di omega-3, potassio, calcio, magnesio e proteine.

Ci sono altri accorgimenti che consiglia di adottare?
ci si deve ricordare di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua naturale al giorno, preferibilmente fuori pasto, scegliendo acque minerali con ph acido, cioè sotto il 7, e residuo fisso non superiore ai 50 mg/litro. L'assunzione regolare di un'acqua giusta favorisce infatti l'eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso trattenuti nei tessuti, ed anche una migliore digestione dei cibi.
In tutto questo è poi fondamentale fare una regolare attività fisica, scegliendo qualcosa che piaccia e che diverta, da praticare almeno 2-3 volte alla settimana. È risaputo infatti che al termine dell'esercizio fisico l'organismo rilascia endorfine, molecole responsabili del buonumore. Se vogliamo poi mirare l'attività fisica al calo di peso, consiglio di preferire camminate a passo veloce o ciclismo in pianura, con frequenze cardiache non troppo alte (senza andare in affanno), da svolgere preferibilmente digiuni da almeno 2 ore e per un minimo di 40-45 minuti senza pause.
A mio avviso sarebbe utile continuare a seguire tutti questi consigli anche nel corso dell'anno, e non solo al ritorno dalle vacanze per correre ai ripari e non farci travolgere dal trauma del rientro.

Pubblicato il: 03-09-2014
Di:
FONTE : da un'intervista alla dottoressa Daniela Capra, nutrizionista e medico chirurgo di Torino

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.