Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Sesso

di Elena Scarsoglio

Blog sesso Fruitore ludico di pornografia o sei cyber-porn addicted?

Pornografia: gioco eccitante o dipendenza?

Che cos'è la cyber-porn addiction o dipendenza da pornografia? Come scoprire se si è dipendenti da video porno e come risolvere il problema velocemente.

4 di 5
Pornografia: gioco eccitante o dipendenza? pixaby

L’essere umano è per natura capace di creare rappresentazioni mentali erotiche eccitanti: le fantasie sessuali sono il più forte strumento a costo zero che il cervello usa per eccitarsi. La pornografia altro non è che la rappresentazione artistica delle più comuni fantasie umane.

Storicamente si è sviluppata in forme diverse: pittura, scultura e poesia. Se si pensa all’epoca romana, sono famosi i lupanari di Pompei: case chiuse con scene esplicite di sesso raffigurate sulle pareti. In letteratura il Decamerone di Boccaccio e L’Amante di Lady Chatterlay di Lawrence furono censurati perché ritenuti offensivi del pubblico pudore.

In epoca più recente si sono diffuse varie riviste di fotografia erotica, dedicate al pubblico maschile; la più famosa senza dubbio è Playboy Magazine, fondata negli Stati Uniti nel 1953 e diffusasi su tutto il pianeta.

Con l’avvento di internet e dei siti di file sharing la pornografia è arrivata nelle case di chiunque in modo facile, anonimo e gratuito, nella maggior parte dei casi, permettendone una diffusione velocissima.

La pornografia quindi si è sviluppata in diverse forme per soddisfare impulsi naturali: il desiderio e l’eccitazione; come tutti gli strumenti può essere utilizzata bene o male, dipende da molti fattori.

Come si può capire se si è un fruitore di pornografia ludica o una persona affetta da da porno-dipendenza?

Cerchiamo di scoprirlo con un semplice test:

- Quante ore alla settimana passi su siti o canali porno? (più di una?)

- Hai scaricato porn-games e archiviato tutti i videogiochi che ti piacevano prima?

- Ti capita durante la giornata lavorativa di pensare spesso a quando arriverai a casa per cercare un sito hard nuovo?

- Hai scaricato centinaia di video erotici che hai archiviato nella tua videoteca personale per essere sicuro di non rimanere senza al bisogno?

- Ti è successo di connetterti pensando di passare mezz’ora online prima di cena e ti sei accorto che sono le 23,00 e non hai cenato?

- Non vedi l’ora che tua moglie esca di casa per masturbarti con materiale pornografico?

- Provi sentimenti di frustrazione, colpa o vergogna dopo aver raggiunto l’orgasmo guardando un video?

- La tua relazione di coppia è entrata in crisi perché non sei più attratto dalla tua compagna o perché lei ha scoperto la tua attività online?

Se hai risposto sì a 4 o più domande potresti essere affetto da porno-dipendenza.

Cosa fare dunque?

Il primo passo è diventare consapevoli di avere un problema: la dipendenza da porno alla lunga porta inevitabilmente ad avere grattacapi relazionali, sessuali e alla fine ritrovarsi in condizione di isolamento sociale. Chi è single troverà sempre più difficile innamorarsi e instaurare una relazione affettiva; chi è già ingaggiato in coppia, proverà sempre meno interesse per la partner e dedicherà sempre meno tempo alle attività condivise.

L’eccessiva attenzione dedicata alla pornografia fa sì che il tempo di qualità da passare con gli amici diminuisca, la performance lavorativa peggiori e nel tempo ci si ritrovi a fare gli eremiti chiusi in casa, con un unico pensiero nella testa.

Anche la sessualità subisce l’influenza dell’eccessivo uso di materiale porno per eccitarsi, causando diversi problemi: difficoltà o incapacità di eccitarsi in modi diversi ed in particolare con la partner, eiaculazione precoce, tolleranza e assuefazione dal materiale pornografico, che induce a cercare stimoli sempre più hard per raggiungere l’orgasmo.

Anche dal punto di vista psicologico, possono insorgere alcuni disturbi: insonnia, elevati livelli di ansia e stress, difficoltà di concentrazione.

Preso atto di avere un problema, se scatta la volontà di risolverlo, è utile rivolgersi ad un professionista per uscirne, perché come tutte le dipendenze, anche la cyber-porn addiction è difficile da abbandonare affidandosi esclusivamente alla forza di volontà. È decisamente più facile se ci si affida ad uno psicoterapeuta, meglio se cognitivo-comportamentale, che in questo ambito ha molti strumenti utili da sfruttare per risolvere velocemente il problema.

Il primo step del percorso psicoterapeutico sarà la raccolta anemnestica e della storia di vita, al fine di individuale le cause e fare una diagnosi differenziale corretta, escludendo altri disturbi simili come il disturbo ossessivo compulsivo sessuale e la dipendenza da sexting, due problemi diversi, dei quali, se i lettori fossero interessati, potremmo parlare nei prossimi articoli.

Fatta la diagnosi, il percorso prevede una serie di incontri individuali o di coppia durante i quali si focalizzano i pensieri, le emozioni ed i comportamenti disfunzionali associati al disturbo e si imparano tecniche di prevenzione dell’agito e di gestione dell’ansia associata, attraverso semplici compiti a casa da svolgere tra una seduta e l’altra.

Generalmente il percorso psicoterapeutico per questo tipo di problemi è piuttosto rapido: dopo poche settimane il sintomo regredisce per risolversi nel giro di alcuni mesi.

Pubblicato il: 28-01-2022
Di:
FONTE : www.psicologiabra.it www.albapsicologica.it

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
La Top Ten delle fantasie erotiche femminili: 31-mag La Top Ten delle fantasie erotiche femminili:
Anedonia: la mancanza di piacere 18-feb Anedonia: la mancanza di piacere
L'inibizione dell'orgasmo maschile: cos'è e come si risolve? 29-ott L'inibizione dell'orgasmo maschile: cos'è e come si risolve?
Eros autunnale 24-set Eros autunnale

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS