Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Armonìa

di Marco Klinger

Blog Chirurgia Plastica Per migliorare vita e fianchi

Ridisegnare la silhouette con un intervento solo

La mini-addominoplastica e l'addominoplastica tradizionale permettono di eliminare i tessuti di rivestimento e il grasso localizzato in eccesso

4 di 5
Ridisegnare la silhouette con un intervento solo Thinkstock

Addome prominente e magari un po’ cadente e fianchi appesantiti: è il bilancio, peraltro molto diffuso, con cui si trovano a fare i conti le donne non più giovanissime, in particolare dopo una o più gravidanze. Ma per ridisegnare completamente la silhouette, rendendo nuovamente piatta la pancia e riportando in evidenza il punto vita, basta un intervento solo, un intervento che tra l’altro con gli anni ha dimostrato di essere molto meno invasivo rispetto a quanto si pensasse, l’addominoplastica.

A seconda dei casi e delle necessità, l’intervento può essere eseguito nella versione mini (la mini-addominoplastica, appunto) e tradizionale (l’addominoplastica completa). Nel primo caso, la cicatrice è posizionata orizzontalmente sopra il margine superiore dei peli publici, nascosta all’interno di qualsiasi slip. Nel secondo, l’incisione prosegue lateralmente fino a raggiungere i fianchi, ma è comunque tendenzialmente molto sottile e per questo poco visibile.

Quando si sceglie la mini-addominoplastica e quella tradizionale? Tutto dipende dalla quantità di tessuti in eccesso, responsabili dell’effetto pancia molle e cadente. Entrambi gli interventi prevedono lo scollamento dei tessuti più superficiali della regione addominale e l’eliminazione della cute e del grasso in eccesso, in modo da ridare all’addome la tonicità perduta e da far ricomparire il punto vita, assottigliando anche i fianchi. Nella stragrande maggioranza dei casi, si approfitta dell’intervento per riaccostare i muscoli retti addominali, che si allontanano con l’età e che, una volta riavvicinati, agiscono come una sorta di cintura interna.

Ma il progressivo offuscamento della linea dell’addome e dei fianchi non è un problema solo al femminile. Anche gli uomini, notoriamente, tendono ad accumulare grasso in eccesso proprio qui. Tendenzialmente, per loro la soluzione ideale è una lipoaspirazione localizzata, intervento che però non può essere eseguito quando il grasso è presente negli strati profondi, ovvero tra gli organi. Anche se il risultato è comunque quello di un addome prominente,  in questo caso non resta che impegnarsi a cambiare il proprio stile di vita, aggiungendo attività fisica e riducendo l’apporto calorico, riducendo di conseguenza i depositi di grasso. 

Pubblicato il: 17-02-2016
Di:
FONTE : Marco Klinger

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
17-ott BRA Day, perché è importante ricostruire
Medicina e chirurgia estetica: l'unione fa la bellezza 27-set Medicina e chirurgia estetica: l'unione fa la bellezza
Aumentare il seno: meglio il grasso o le protesi? 21-set Aumentare il seno: meglio il grasso o le protesi?
25-mag Alimentare il Benessere, anche con la chirurgia plastica

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS