Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Muoviti

di Corrado Bait

Blog med sportiva Prevenire l'artrosi si può

Dolore all'anca, un mini-intervento per dire no alla protesi

Una piccola operazione in artroscopia permette di correggere la prominenza del collo del femore, riducendo il rischio di degnerazioni

4.2 di 5
Dolore all'anca, un mini-intervento per dire no alla protesi Thinkstock

Il dolore persistente o ricorrente all'anca può essere un segnale che rivela il conflitto tra il femore, in particolare il cosiddetto collo del femore, e l'articolazione dell'anca. Il conflitto è spesso dato da una particolare situazione anatomica che, con il passare degli anni, ha l'effetto di predisporre all'artrosi, ovvero alla perdita progressiva della cartilagine articolare.
Succede quando il collo del femore è prominente e, in sostanza, tocca l'articolazione dell'anca dove non dovrebbe, causando appunto dolore oggi e artrosi domani.


Ma c'è una buona notizia. Ed è che, grazie al continuo progredire delle tecniche chirurgiche, ridurre leggermente la prominenza del collo del femore è oggi un intervento di routine che non richiede l'esposizione dell'articolazione in quanto viene realizzato in artroscopia. I centri specializzati che permettono di eseguire questo intervento sono ancora pochi, ma i benefici che se ne ricavano, soprattutto nel lungo periodo, sono notevolissimi.

Perché, una volta di più, prevenire la degenerazione delle articolazioni significa evitare interventi ben più invasivi domani, come per esempio l'impianto della protesi.

Pubblicato il: 17-02-2016
Di:
FONTE : Corrado Bait

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
25-mag Ossa e cartilagini in laboratorio? Adesso si può
11-mag Allenamento, quando è troppo fa male
19-apr Osteoporosi, un aiuto dal sole
23-mar Piccoli campioni, la primavera va... allenata

Vedi tutti gli articoli