Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Beauty

di Roby e Alberta

Blog BeautyTips Viso: bellezza e salute

Fa caldo? Non rinunciare alla maschera

Punta su prodotti leggeri, compatibili con l'afa di questi giorni. Poi chiedi alla tua pelle di cosa ha più bisogno e, se sei indecisa, punta su tubetti e bustine monodose, per non buttare via niente.

3.5 di 5
Fa caldo? Non rinunciare alla maschera Thinstock

Con i primi caldi, le giornate che si allungano, il trucco più leggero, la pelle che suda, chi ha ancora voglia di farsi una maschera? Ma è proprio quando le temperature cominciano a salire, che la pelle ha più bisogno di essere idratata e nutrita. Del resto, la maschera deve essere un momento di piacere, non solo per la pelle.

Per questo non bisogna rinunciarci, ma scegliere prodotti adatti a questo periodo dell’anno. Texture fresche e leggere, dai profumi estivi, magari arricchite di vitamine e sostanze di origine naturale, che in pochi minuti dissetano il viso e gli restituiscono luminosità e morbidezza.

Il primo criterio di scelta è sempre quello: la tipologia di pelle. Chi ce l’ha grassa e impura (e sappiamo che ormai non è più solo un problema delle giovanissime) deve puntare sulle proprietà esfolianti dell’argilla verde e degli estratti naturali di bardana e achillea, perfetti se si desidera un’azione di pulizia profonda, perché eliminano in un batter d’occhio sebo in eccesso e impurità senza aggredire la cute.

Chi invece sta già facendo i conti con le rughe, o vuole cercare di ridurre l’impatto del tempo sul viso, dovrebbe scegliere prodotti con un’elevata concentrazione di vitamine E e C, acido ialuronico, elastina e oli vegetali, che levigano la pelle, la mantengono morbida e liscia, riducendo la comparsa di grinze e increspature che fanno apparire la pelle più vecchia del reale.

Pelle spenta e opaca? È un problema tipico dei cambi di stagione. Sì a una maschera rigenerante a base di alfa idrossiacidi, acidi naturali ricavati dai vegetali (per esempio estratti di mirtillo nero, canna da zucchero, limone, arancio) che danno una spinta al turn over (ricambio) cellulare rallentato, rinnovando la pelle in profondità e restituendole la luminosità che le mancava. Attenzione: non va fatta prima di esporsi al sole.

Se la tintarella non può aspettare, si può puntare su una maschera-scrub, che lavora solo in superficie: contiene microgranuli esfolianti, come noccioli di albicocca e polvere di riso, che rimuovono delicatamente cellule morte e impurità dalla superficie epidermica, senza dimenticare il nutrimento e l’idratazione di ingredienti come il burro di karité. E su una pelle perfettamente pulita e levigata, l’abbronzatura si fissa meglio.

Infine, se il problema è un viso cedevole, senza tono, l’ideale è una maschera a effetto lifting, che sfrutta le proprietà idratanti ed elasticizzanti di acido ialuronico, collagene, proteine del grano, beta-ciclodestrine e aggiunge l’effetto energizzante del caolino e dell’estratto di kigelia africana.

Ma le esigenze della pelle cambiano... Come soddisfare ogni volta un bisogno diverso? Con le maschere in confezioni monodose, come quelle di My mask: evitano gli sprechi e consentono di dare alla pelle solo ciò che le serve in quel momento. Si trovano nei supermercati e nelle catene specializzate e costano 1,90 euro a bustina. 

Pubblicato il: 03-06-2015
Di:
FONTE :

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Gli ultimi articoli del blog:
A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa 23-dic A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa
Le “belle” ragioni di un libro 16-dic Le “belle” ragioni di un libro
Occhi puntati sul sorriso 09-dic Occhi puntati sul sorriso
C'è profumo di profumo nell'aria 02-dic C'è profumo di profumo nell'aria

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS