Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Beauty

di Roby e Alberta

Blog BeautyTips sole

Abbronzatura: conto alla rovescia

Manca poco, davvero. Ma per arrivare pronte all'appuntamento con il sole occorre lavorare con un certo anticipo. Iniziando proprio ora.

3.5 di 5
Abbronzatura: conto alla rovescia Thinstock

Lo so che andiamo tutte di fretta. E in questo periodo, non si sa come, sembra che l’orologio corra ancora più veloce. Così si finisce per non rendersi conto che le vacanze sono proprio lì, dietro l’angolo. Respiro di sollievo, per un attimo ma immediata riflessione successiva: come faccio a scendere in spiaggia così, bianchiccia, ruvida, grigiastra? Una triste prospettiva alla quale si può decidere però di porre rimedio mettendosi subito all’opera. Da questo momento in avanti, dieci minuti al giorno vanno dedicati a una rimessa a nuovo puntuale e completa.

Partiamo sotto la doccia dove lo scrub è il nostro migliore alleato. Un amica estetista mi ha consigliato di mescolarlo sempre nel palmo della mano con un po’ di olio di mandorle dolci oppure di oliva (va bene anche un olio per il corpo se l’avete); poi via con lo strofinamento che deve essere però puntuale e preciso: si parte dai piedi e si sale su lentamente fino alle braccia meglio se con l’aiuto di un guanto di spugna che facilita l’operazione. Tabella di marcia: uno scrub due volte la settimana sui punti più ruvidi come i piedi, le ginocchia, i glutei e uno solo sulle zone più delicate dove la mano va comunque tenuta sempre molto leggera onde evitare irritazioni.

Largo poi all’idratante o meglio a una formula supernutriente che va messa sempre dopo la doccia, in dose generosa e ovunque: solo se la pelle è morbida, l’abbronzatura risulta uniforme, dorata e luminosa. Un olio funziona benissimo se andate di corsa; potete metterlo anche sul corpo leggermente umido: basta una veloce passata dalla mano per farlo penetrare e sparire.

Se poi avete deciso che quest’anno la vostra abbronzatura sarà davvero super tenete conto che già da ora dovete fare il pieno di cibi che stimolano la tintarella. Per questo ho chiesto consiglio alla dottoressa Mariangela Rucco, biologa e nutrizionista che a Milano lavora presso lo Studio Rinaldi. Mi ha parlato di una pianta preziosa, il rabarbaro, che non solo accelera la produzione di melanina aiutando a dare presto colore alla pelle ma al tempo stesso svolge un’azione anti-eritema grazie alla presenza di polifenoli. In sostanza è un toccasana per me che al sole tendo ad abbronzarmi poco e a riempirmi di fastidiosi puntini rossi. La dottoressa Rucco mi ha lasciato la ricetta di un ottimo frullato fresco e dissetante che si prepara con 300 g di fragole, 100 g di rabarbaro e 50 g di latte che io scelgo preferibilmente di riso o di soia. Mi ha suggerito di berlo un giorno sì e uno no alternandolo con un centrifugato preparato con tre carote, quindici pomodorini e due ravanelli, riserva preziosa betacarotene che aiuta ad alzare il tono della tintarella.

Naturalmente mi ha consigliato di bere anche molta acqua che, si sa, fa sempre un gran bene, non solo alla morbidezza della pelle ma anche al profilo della figura visto che aiuta ad eliminare scorie e liquidi che danno gonfiore. 

Pubblicato il: 27-05-2015
Di:
FONTE :

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Gli ultimi articoli del blog:
A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa 23-dic A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa
Le “belle” ragioni di un libro 16-dic Le “belle” ragioni di un libro
Occhi puntati sul sorriso 09-dic Occhi puntati sul sorriso
C'è profumo di profumo nell'aria 02-dic C'è profumo di profumo nell'aria

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS