Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Muoviti

di Corrado Bait

Blog med sportiva Come evitare le sgradevoli conseguenze della primavera

Sbalzi di temperatura, allenamento a rischio

Una volta di più, vale la pena di seguire il consiglio della nonna e vestirsi a cipolla

3.5 di 5
Sbalzi di temperatura, allenamento a rischio Thinstock

Un giorno ci sono 30 gradi, quello dopo 10 o 15 di meno. È un classico della primavera, certo, ma bisogna tenerne conto per evitare malanni e, soprattutto, per evitare effetti negativi sull'allenamento. Infatti, se a 15 o 20 anni si prende freddo senza conseguenze, e tutto procede come prima, superati gli "anta" è molto probabile ritrovarsi a fare i conti con raffreddori e piccole malattie. Niente di grave, certo, ma abbastanza fastidiose da far dire addio, almeno per un certo periodo, all'allenamento. E si sa che, a una certa età più che mai, il tono muscolare si perde in breve tempo.

Come evitare di entrare in questo loop? La prima dritta è quella di vestirsi a cipolla, come del resto raccomandava la nonna. La seconda, da tener presente non appena partiranno gli impianti di condizionamento, è di evitare sbalzi termici troppo forti tra dentro e fuori. Con l'aumentare della temperatura, infine, bisogna ricordarsi di bere, bere e bere. Anche i muscoli ne hanno bisogno. 

Pubblicato il: 27-05-2015
Di:
FONTE : Corrado Bait

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
25-mag Ossa e cartilagini in laboratorio? Adesso si può
11-mag Allenamento, quando è troppo fa male
19-apr Osteoporosi, un aiuto dal sole
23-mar Piccoli campioni, la primavera va... allenata

Vedi tutti gli articoli