Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Cibus

di Riccardo Cominardi

Blog cibus Finger food

Cono di parmigiano e topinabur

Ecco un'idea buona e sana per i vostri buffet delle feste (che non sono poi così lontane), che metterà d'accordo tutti, anche i vegetariani

3.5 di 5
Cono di parmigiano e topinabur Valeria Airoldi

Chi l'ha detto che durante il periodo natalizio bisogna per forza ingrassare? Per preparare qualcosa di gustoso, non si deve necessariamente eccedere in calorie e grassi, ma si possono invece utilizzare ingredienti sani e gradevoli, da mixare con un po' di fantasia. Provate per esempio a realizzare questi coni, perfetti da inserire nel vostro buffet delle feste, oppure da servire come aperitivo insieme con un calice di vino. Alla salute :)

Ingredienti (dosi per 10 coni):

100 g grana grattugiato
225 g topinambur
sale e pepe
poca cipolla rossa
30 striscioline di peperone giallo e rosso
20 striscioline di zucchine
semi di papavero

5 cucchiaini di olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Bollire il topinambur per 30 minuti. Sbucciarlo e schiacciarlo con una forchetta, salare e pepare, aggiungere la cipolla tritata finemente e l’olio.
Disporre 10 mucchietti di formaggio grana su una teglia coperta con carta forno e mettere in forno fino a quando non avrà raggiunto un colore nocciola.
Togliere dal forno e modellare ottenendo un piccolo cono.
Riempire i coni con le verdure e finire con la crema di topinambur.
Spolverare con i semi di papavero.

Occhio alla salute:

Il topinambur contiene un’alta concentrazione di inulina che, associata all’acqua, lo rende un tubero in grado di conferire un’elevata sensazione di sazietà a medio e lungo termine. L’inulina favorisce inoltre la digestione, riduce la produzione di gas intestinali e aiuta a riequilibrare la flora intestinale. E’ inoltre in grado di ridurre l’assorbimento degli zuccheri e del colesterolo da parte dell’intestino, proprietà che rende tale ingrediente particolarmente indicato per i diabetici o per chi soffre di dislipidemie.

I semi di papavero, come tutti i semi oleosi, sono costituiti per quasi il 50% da lipidi, in particolare da grassi polinsaturi e omega 6, che sono acidi grassi essenziali molto importanti per l’organismo in quanto precursori di diverse molecole utili a processi fisiologici del nostro organismo. I carboidrati presenti (circa il 30% del peso totale), sono costituiti in particolare da glucidi complessi e fibra insolubile che oltre ad aumentare il senso di sazietà, agevolano il transito intestinale. Molto elevata nei semi di papavero è la presenza di vitamine, in particolare folati e tiamina. Utilizzati spesso nelle ricette, sono una valida alternativa allo spuntino energetico prima dell’attività sportiva, da aggiungere allo yogurt o ad una macedonia.

Pubblicato il: 19-11-2014
Di:
FONTE : www.riccardocominardichef.com; dottoressa Emanuela Russo, dietista presso l'Istituto Clinico Sant'Ambrogio di Milano ed il centro Emotifood di Monza

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
Gunkan di salmone 16-dic Gunkan di salmone
Semifreddo rapido ai mirtilli con salsa al tè verde 02-dic Semifreddo rapido ai mirtilli con salsa al tè verde
Calamari con crema di piselli, patate violette e pistacchi 11-nov Calamari con crema di piselli, patate violette e pistacchi
Tagliolino di zucchine allo zafferano con scaloppa d'orata 28-ott Tagliolino di zucchine allo zafferano con scaloppa d'orata

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS