Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Beauty

di Roby e Alberta

Blog BeautyTips Salute della pelle

L'inverno ti fa arrossire? Ecco perché

È in arrivo una stagione difficile per chi si arrossa al minimo stimolo. Colpa del freddo? Non solo. L'esperta ci svela cosa si nasconde dietro i rossori.

4 di 5
L'inverno ti fa arrossire? Ecco perché Redazione

Il brindisi con gli amici, il cenone di Capodanno, il caminetto acceso la vigilia di Natale, la cioccolata calda al rifugio in montagna dopo la giornata sugli sci. Momenti di gioia e benessere che ci apprestiamo a vivere tra poco più di un mese. Ma per alcune persone queste piccole gioie della vita nascondono delle insidie.

L’alcol, i cibi speziati e piccanti, gli sbalzi di temperatura sono infatti alcuni dei fattori che, specialmente quando sommati tra loro, possono scatenare intensi arrossamenti sul viso in chi è predisposto. Ne ha parlato la dottoressa Mariuccia Bucci, dermatologo plastico e vicepresidente dell’Isplad (International Italian society of plastic-aesthetic regenerative and oncologic dermatology), alla presentazione della nuova linea di dermocosmetici dedicata ai rossori cutanei di Uriage, tutta a base di acqua termale.

La pelle soggetta a rossori si riconosce facilmente: specialmente in alcuni momenti della giornata e/o dell’anno, le guance avvampano, diventano calde al tatto, si avvertono formicolii, i capillari diventano più visibili, spuntano piccoli foruncoli rossi o bianchi (ma siete certi non si tratta di acne),a volte gli occhi diventano asciutti o prudono. Le cause sono diverse e non tutte note: sicuramente la barriera cutanea non funziona come dovrebbe, ma c’entrano anche la fragilità vascolare e alcune infezioni, che scatenano l’infiammazione.

Vi siete riconosciute? Siete in buona compagnia: 45 milioni di persone in tutto il mondo hanno lo stesso problema. Molte di loro, dicono le ricerche, si vergognano, non escono, hanno problemi a socializzare o a trovare lavoro. Otto su 10 ignorano che il loro problema ha un nome (rosacea), ma anche una soluzione. Anzi, tante. La prima è la prevenzione: gli esperti consigliano di annotarsi i fattori e le situazioni che fanno arrossire (non sono uguali per tutti) e di evitarli il più possibile.

Seconda: le cure. Il dermatologo può aiutare a trovare la strategia giusta. Terza: i cosmetici. La routine di bellezza prevede tre step. Una detersione accurata, ma non aggressiva, magari a base di acqua termale (oggi anche in versione pocket, comoda da portare sempre con sé), che funziona bene anche come rimedio d’emergenza, ogni volta che la pelle dà segnali di escandescenza. L’applicazione mattina e sera di una crema che sia idratante e protettiva allo stesso tempo.

E infine la correzione dei rossori indesiderati. Dimenticate i fondotinta effetto maschera e accantonate per un attimo i prodotti da camouflage. Per i rossori lievi basta una BB o una CC Cream, nuovi prodigi della cosmetica che in un tocco coprono le imperfezioni e uniformano il colorito in modo discreto, senza farsi notare.

Ma la cosa più importante resta la conoscenza: sapere di avere un problema è il primo passo per affrontarlo. Per la diagnosi, sostengono i dermatologi, bastano solo due minuti. Così a Natale il rosso sarà ovunque, ma non sulle vostre guance.  

Pubblicato il: 19-11-2014
Di:
FONTE :

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Gli ultimi articoli del blog:
Torna di moda l'eyeliner alla Twiggy 28-mag Torna di moda l'eyeliner alla Twiggy
Peli, ciccia, tatuaggi: a cosa diremo addio dopo il lockdown 21-mag Peli, ciccia, tatuaggi: a cosa diremo addio dopo il lockdown
Capelli: cosa fare in attesa del parrucchiere 14-mag Capelli: cosa fare in attesa del parrucchiere
Mascherina: mai più senza. Come proteggere la pelle 07-mag Mascherina: mai più senza. Come proteggere la pelle

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS