Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Dieta

di Antonio Lice

Blog dieta Homo sapiens ma poco movens.

A che livello di pigrizia siamo arrivati?

Se ci risulta difficile dare una risposta alla domanda potrebbe essere utile la seguente lettura. Parrebbe parlare della Svezia, ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze.

3.5 di 5
A che livello di pigrizia siamo arrivati? Thinstock

Sicuramente molti di voi ne avranno sentito parlare, visto che a tutt’oggi su Youtube sono state guardate più di venti milioni di volte. Non solo: sono state anche riprodotte diverse volte anche in altri punti del mondo, col risultato che anche queste imitazioni sono finite su youtube, per la gioia di quanti non avendo la possibilità di recarsi sul posto per darci una sbiriciatina, possono quanto meno vedere di che si tratta. Che vicine vicine non sono proprio, amici miei, visto che si parla di Stoccolma e dalla nostra frontiera ci ballano all’incirca millecinquecento chilometri, per non parlare di quanti devono prima sciropparsi l’intera penisola per un totale di tremila chilometri circa. Una volta raggiunta la capitale scandinava, però, non dovremmo avere più grosse difficoltà, perché basterà prendere la metropolitana e recarci in Odenplan, la piazza intitolata ad Odino, la versione nordica del nostro Giove, per poterle ammirare in tutto il loro splendore.

«E che ci sarà mai di così interessante in Svezia, che a memoria non pare vantare richiami tali da giustificare una gita in massa da quelle bande?»

Delle scale.

«Come delle scale? Delle scale di grande interesse architettonico? Tipo Trinità dei Monti in Piazza di Spagna?»

Beh, non proprio…

«Delle scale del tipo che alla fine c’è un panorama mozzafiato e si vede l’intera penisola scandinava ai propri piedi?»

Non del tutto: alla fine delle scale c’è la piazza. Sono scale… musicali!

«E uno dovrebbe andare in Svezia per vedere delle scale musicali?

Beh, per vederle dal vivo nella loro sfavillante bellezza, sì. Se invece ci si accontenta di darle un’occhiata giusto per capire di cosa si stia parlando, basta andare qua. Se infine si fosse troppo presi dalle qualità narrative dello scrivente o più probabilmente non si avesse voglia di cambiare canale, ecco una breve descrizione della particolarità della scala: nel settembre del 2009 i gradini delle scale della stazione della metropolitana di Odenplan sono stati ricoperti da grandi assi bianche e più piccole assi nere per simulare i tasti di un pianoforte. Tasti perfettamente suonanti, ovviamente, tanto da indurre il 66% delle persone in transito a tralasciare le più comode scale mobili a favore delle più divertenti scale musicali.

Tutto questo per dire cosa, amici miei? Per prima cosa che la fantasia e il divertimento possono essere un ottimo sistema educativo (date un occhio a www.funtheory.com, che è il sito dei realizzatori dell’esperimento di Stoccolma). In secondo luogo, che se per incentivare con il divertimento una cosa che dovrebbe far parte della vita di tutti i giorni, significa che il livello di pigrizia che abbiamo raggiunto è davvero preoccupante.

Ci facciamo un pensierino, amici miei? Intanto un caro saluto e alla prossima,

Dr Lice

www.antoniolice.it

Ps A quanti fossero interessati ad andare di persona a provare le scale musicali, consiglierei di dare prima un colpo di telefono all’amministrazione comunale di Odenplan per verificare che nel frattempo non le avessero rimossero. Si sa mai…

Pubblicato il: 05-11-2014
Di:
FONTE : -

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
Qui una volta era tutta campagna. 18-nov Qui una volta era tutta campagna.
Una pallottola spuntata o, meglio, da spuntare 04-nov Una pallottola spuntata o, meglio, da spuntare
Il mondo è andato avanti. A volte bene. 21-ott Il mondo è andato avanti. A volte bene.
Il libretto delle istruzioni mancante. 07-ott Il libretto delle istruzioni mancante.

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS