Expo 2015

Expo 2015

Speciale nutrire il Pianeta
Vai allo speciale

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Dieta

di Antonio Lice

Blog dieta La leptina regola il metabolismo in base alle esigenze

La leptina, questa sconosciuta

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla leptina* (*ma non avete mai osato chiedere)

3.67 di 5
La leptina, questa sconosciuta Thinstock

Per par condicio: oggi scienza!
Dato che livello scorsa mi sono un po’ menato via con la storia di Babette e del suo mirabolante pranzo (a proposito: avete seguito il mio consiglio di dedicare un po’ di tempo a questa perla estetica e morale?), oggi paghiamo pegno, mio malgrado, con un po’ di disciplina scientifica, anche perché non vorrei che la mia credibilità in termini professionali scemasse oltre i limiti di guardia.

E pertanto oggi si va di Leptina, la proteina indicata dagli studi più recenti come l’elemento più chiave tra gli elementi chiave dell’obesità. La sua funzione, infatti, è talmente primaria nel governare il movimento di grasso in entrata e in uscita dalle cellule adipose, che il suo scopritore, il dr Friedman, vent’anni fa giusti giusti, decise di chiamarla così in riferimento al termine greco leptos, che significa magro.
Il meccanismo di funzionamento della leptina è straordinariamente elementare: essa è infatti prodotta dal tessuto adiposo in stretta correlazione alla quantità del tessuto presente nell’organismo, mentre il cervello, dal canto suo, non deve fare altro che prendere atto della quantità di leptina circolante e regolare di conseguenza il senso di sazietà e il consumo energetico. Tutto molto semplice, no? Quando la nostra ciccia aumenta, aumenta anche la leptina e quindi il senso di sazietà e la tendenza a consumare energia; quando la nostra ciccia diminuisce, diminuisce anche la leptina e a seguire aumentano la fame ed il risparmio energetico.
Ma se è così semplice, com’è che non è ancora stato trovato un rimedio, tipo una bella pillola di leptina e morta lì? Già: perché si deve sudare sette camicie quando potrebbe essere sufficiente mandar giù qualche milligrammo di quella sostanza lì, per togliere la fame ed alzare il livello del metabolismo?
Perché? Perché purtroppo non è pressoché mai la leptina a mancare, ma sono semmai i recettori ad essere sordi ai suoi richiami.
In alte parole, nella maggior parte delle persone in grave sovrappeso la leptina circolante è tanta, esattamente come ci si aspetta che sia, visto che è tanto il tessuto adiposo, solo che i recettori presenti nel cervello non sono in grado di rilevarla, per cui gli impulsi dimagranti di quest’ultima non vengono rilevati.

In realtà c’è anche un secondo aspetto importante da considerare, ovvero che una volta raggiunto il peso ottimale, dopo mesi e mesi di sacrifici, la quantità di leptina circolante la leptina sarà più bassa rispetto a prima e pertanto il cervello si comporterà di conseguenza, diminuendo il consumo energetico ed aumentando la percezione dei morsi della fame. È questo il motivo fondamentale, ma non unico, per cui è sempre più difficile mantenere il buon peso piuttosto che raggiungerlo. Difficile ma tutt’altro che impossibile…
 
Dr Antonio Lice
www.antoniolice.it

Pubblicato il: 17-09-2014
Di:
FONTE : -

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Gli ultimi articoli del blog:
Qui una volta era tutta campagna. 18-nov Qui una volta era tutta campagna.
Una pallottola spuntata o, meglio, da spuntare 04-nov Una pallottola spuntata o, meglio, da spuntare
Il mondo è andato avanti. A volte bene. 21-ott Il mondo è andato avanti. A volte bene.
Il libretto delle istruzioni mancante. 07-ott Il libretto delle istruzioni mancante.

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS